Zambia: gli ippopotami in eccesso verranno abbattuti

0

In Zambia saranno abbattuti più di duemila ippopotami nell’arco dei prossimi cinque anni. Secondo le autorità locali i grossi mammiferi erbivori berrebbero troppo e sarebbero la causa dell’eccessivo consumo di acqua. Insorgono gli animalisti e il web. Critiche anche da parte delle autorità estere.

Indice articolo

Gli ippopotami abbattuti in Zambia

Gli ippopotami abbattuti in Zambia saranno poco più di duemila nei prossimi cinque anni. La decisione arriva direttamente dagli uffici del Ministro del Turismo, capitanato da Charles Banda. Quest’ultimo avrebbe dichiarato, come riportato anche su TGcom24, che spostare gli ippopotami sarebbe troppo costoso per le casse del Paese.

Lo stesso Banda ha asserito che nel South Luangwa National Park la popolazione attuale degli ippopotami è all’incirca di 13mila esemplari, ma che sono per 5mila l’area sarebbe perfetta per la loro permanenza.

La Lista Rossa IUCN

La Lista Rossa IUCN, la International Union for Conservation of Nature prevede la salvaguardia degli ippopotami ed è per questo motivo che, sia il Born Free sia il Dipartimento di Parchi Naturali e Fauna Selvatica si stanno opponendo a questa decisione presa nella Repubblica dello Zambia.

La rivolta degli animalisti

La rivolta degli animalisti per l’abbattimento degli ippopotami non è tardata ad arrivare. Le due associazioni hanno sostenuto che non c’è, da parte del governo nessuna prova scientifica che possa provare che i precedenti abbattimenti abbiano portato degli effettivi benefici. Anche il mondo del web si sta attivando per far si che non avvenga l’abbattimento degli ippopotami, mostrando con post e manifestazioni ben mirate, tutta l’indignazione per questa triste decisione. Gli ippopotami potranno scomparire ed è giusto, quindi, lottare per la loro sopravvivenza.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS