Ago incandescente sciogli tumore: tecnica rivoluzionaria all’ospedale di Chioggia

By | 15 novembre 2016

Passi in avanti nella lotta contro le neoplasie in Italia. Grazie all’ago incandescente sciogli tumore, un malato di tumore 75enne è guarito. L’operazione è durata solo 10 minuti ed è avvenuta all’ospedale di Chioggia. L’ago incandescente è lo strumento principale della termoablazione mediante microonde, una tecnica spettacolare che permette di sciogliere il cancro e le metastasi nel giro di 10 minuti.

Tecnica formidabile di cui si sta discutendo in tutto il mondo

Non si fa altro che parlare dell’intervento avvenuto nelle ultime ore all’ospedale di Chioggia. Sembra che moltissimi malati oncologici abbiano chiamato il centralino del nosocomio per ottenere informazioni riguardo all’eccezionale tecnica per curare le neoplasie. I medici, mediante l’ago incandescente, promettono di sciogliere il cancro ai polmoni, ai reni, al fegato, alla tiroide e alle ossa in 10 minuti, anche in un ambulatorio. La durata dell’operazione generalmente non supera i 10 minuti. Il paziente viene sedato, non sente dolore e può tornare subito a casa. Non solo. Dopo la termoablazione mediante microonde il paziente non necessita solitamente di altre cure, come chemioterapia e radioterapia. Nelle ultime ore, i sanitari dell’ospedale di Chioggia hanno usato l’ago incandescente per curare un 75enne con una lesione metastatica epatica importante. Tutto è andato bene. Una tecnica portentosa la termoablazione mediante microonde, di cui si sta parlando in tutto il mondo.

I medici dell’ospedale di Chioggia hanno sottolineato che l’intensità del calore dell’ago e la durata dell’intervento sono dipendenti dalla grandezza della neoplasia e dalle eventuali metastasi. La spettacolare tecnica permette di sciogliere il tumore senza asportarlo. Ciò comporta diversi benefici in termini di ripresa e di salute del paziente, che non viene dunque sottoposto a una lunga e dolorosa operazione. Tutto dura circa 10 minuti. Il paziente potrà tornare a casa nell’arco di qualche ora.

Sembra che il comitato oncologico stia già vagliando le numerose richieste pervenute all’ospedale di Chioggia. Molti malati oncologici sperano in una vita migliore grazie all’ago incandescente sciogli tumore. Un rimedio innovativo e portentoso per dire addio al cancro.

Il tumore si può curare facilmente e a basso costo: tesi dei complottisti

Secondo i complottisti il cancro si può curare facilmente e senza spendere molto; basta usare il di-cloro, oggi sfruttato per le problematiche metaboliche. Grazie a numerosi studi è stato scoperto che il di-cloro acetato ha eliminato qualsiasi tipologia di tumore, senza intaccare i tessuti sani. Non sarebbero necessarie operazioni, chemioterapie, radioterapie o aghi incandescenti per annientare i tumori ma una sostanza che, tra l’altro, costa poco poiché usato da molto tempo per curare i problemi alimentari. Il di-cloro favorirebbe la morte delle cellule neoplastiche. La straordinaria scoperta è stata fatta 9 anni fa ma nessuno ne ha parlato. Perché? Beh, i colossi farmaceutici non guadagnerebbero molto. Gli attuali medicinali contro le neoplasie costano molto di più rispetto al di-cloro.

Bisogna informarsi e scoprire se, effettivamente, il di-cloro sconfigge il cancro. E’ inammissibile non diffondere una sostanza portentosa, che salverebbe la vita di milioni di persone, solo perché non c’è lucro. Tutto ciò fa rabbrividire. Sono molti quelli che sostengono che la cura contro il cancro esiste da anni ma non se ne parla per questioni economiche. Le lobby farmaceutiche sarebbero contrarie alla diffusione di sostanze antitumorali a basso costo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.