Cucina

Alcol rafforza la memoria, sfatato il detto ‘bere per dimenticare’

Bere alcol per potenziare la memoria‘Bere per dimenticare’? No, l’alcol non fa assolutamente dimenticare, anzi fa ricordare meglio le informazioni apprese. Una scoperta sensazionale quella fatta da un team di scienziati inglesi della università di Exeter. L’alcol rappresenterebbe un vero elisir per la memoria dell’uomo. Più si beve, secondo i ricercatori britannici, e più si ricordano meglio i dati. L’alcol, in soldoni, stimola non poco la capacità mnemonica. Se un giorno si alza molto il gomito, il giorno successivo si ricorderanno meglio i concetti. Le informazioni vengono ricordate meglio rispetto agli astemi. Ci sarebbe una sorta di proporzionalità tra alcol bevuto e capacità mnemonica. La ricerca è stata portata avanti su un’ottantina di volontari, suddivisi in due gruppi: al primo è stato chiesto di bere fino a 4 drink al giorno, al secondo di non bere alcolici. Gli esperti britannici sono rimasti stupiti quando hanno scoperto che i volontari a cui era stato concesso di bere fino a 4 aperitivi ricordavano meglio le nuove informazioni.

Differenze anche tra chi beve poco e chi beve tanto alcol

Celia Morgan, coordinatrice della ricerca britannica, ha dichiarato: ‘La spiegazione principale è che l’alcol impedisce l’apprendimento di nuove informazioni e quindi il cervello dispone di più risorse per fissare altre informazioni recentemente apprese nella memoria a lungo termine. L’ipotesi è che l’ippocampo, l’area del cervello fondamentale per la memoria, consolida le informazioni, trasferendola dalla memoria a breve a quelle a lungo termine’. Sembra che ci siano differenze non solo tra chi beve e gli astemi ma anche tra chi beve molto e chi beve meno. Morgan ha spiegato: ‘L’effetto è stato più forte tra coloro che hanno bevuto di più’. Una ricerca inglese, dopo tanti anni, ha sfatato il proverbio ‘bere per dimenticare’. Se avete avuto una delusione d’amore e volete dimenticare il vostro o la vostra ex partner non è insomma molto consigliato farsi un bicchiere di vino, di birra, o un cocktail.

Bisogna bere o non bere gli alcolici?

C’è chi, in passato, riferendosi agli alcolici, parlava di sostanze che distruggono il cervello. Niente di più sbagliato per il team di ricercatori diretti da Celia Morgan. Ovviamente quest’ultimo studio non deve assolutamente autorizzare ad assumere troppo alcol. E’ ormai acclarato che l’abuso di alcol fa male alla salute e favorisce l’insorgenza di molte patologie, come cirrosi e cancro. Come al solito, la moderazione è l’arma vincente. Medici e nutrizionisti hanno asserito che bere modeste quantità di alcol fa vivere di più rispetto agli astemi. L’importante è non eccedere.

Chi vuole rafforzare la propria memoria, quindi, in base al recente studio britannico, dovrebbe sorseggiare più spesso qualche bicchiere di vino o birra. Chiaramente si tratta di una ricerca che va confermata da ulteriori studi, quindi non va assolutizzata.

Lo studio britannico va a sommarsi agli innumerevoli che hanno evidenziato le virtù di vino e birra. In passato, ad esempio, è stato scoperto che il vino, specialmente quello rosso fa parte della dieta di gran parte delle persone più longeve della terra. Tale bevanda contrasterebbe gravi patologie come il diabete, Alzheimer e ictus; inoltre proteggerebbe il cervello. Non solo vino. Farebbero bene alla salute, se assunte con moderazione, anche altre bevande alcoliche, come birra, saké e champagne.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.