Bud Spencer, Terence Hill commosso ai funerali

By | 30 giugno 2016
loading...

Oggi, 30 giugno 2016, amici, parenti, colleghi e fan danno l’ultimo saluto al grande attore Bud Spencer, al secolo Carlo Pedersoli. La Chiesa degli Artisti era gremita come non mai e, quando è arrivato il feretro, i presenti hanno iniziato ad applaudire. Tra i presenti, visibilmente commosso, anche Terence Hill, attore che ha recitato con Bud tantissime volte. I due erano molto amici, non avevano mai litigato. Non appena la bara contenente la salma di Bud Spencer è arrivata in chiesa, si è sentita la colonna sonora di “Altrimenti ci arrabbiamo”, uno dei suoi film più famosi.

Bud Spencer e Terence Hill hanno senza dubbio fatto sorridere moltissimi italiani e non solo. I film della coppia di attori sono amatissimi anche all’estero, specialmente in Germania. Carlo Pedersoli se n’è andato qualche giorno fa, in punta di piedi, munito del conforto dei suoi cari. Aveva 86 anni ed aveva iniziato a fare l’attore per caso: per molto tempo, l’unica sua passione è stata il nuoto. L’incontro con Mario Monicelli, che gli propose di interpretare un ruolo in un suo film, fu decisivo: da allora iniziò la brillante carriera di Bud Spencer, attore molto lodato ma, come lui stesso aveva rimarcato spesso, a secco di riconoscimenti.

Non poteva mancare Terence Hill in chiesa. Il compagno di mille avventure cinematografiche e scazzottate. Terence, che indossava un cappellino blu ed occhiali da sole, è andato a sedersi vicino agli altri vip amici di Bud Spencer, come l’ex sindaco di Roma Gianni Alemanno, Dario Argento, Massimo Ghini, e i fratelli Vanzina, Carlo ed Enrico. Quest’ultimo ha detto di Bud:

“Bud Spencer era un gentiluomo napoletano, un uomo buono e di grandissimo talento”.

Carlo Pedersoli ha interpretato molti film nell’arco della sua lunga carriera e, forse, tutti non sanno che rifiutò anche una proposta del grande Federico Fellini. Questo aveva chiesto a Bud di interpretare Trimalcione nel suo “Satyricon”. In sostanza, l’attore doveva mostrarsi nudo su un triclinio. Spencer rispose picche perché conosceva bene i suoi limiti. Una parte del genere non l’avrebbe mai interpretata. Chissà se la stessa domanda Fellini l’avesse rivolta a Terence Hill? Nonostante quel rifiuto, la carriera di Bud è stata fulgente, anche grazie all’amico Terence Hill, con cui ha lavorato moltissimo. Terence ha detto dopo aver appreso la notizia della morte di Carlo Pedersoli:

“Ho perso il mio amico più caro, sono sconvolto”.

Terence Hill non poteva non esserci, oggi, alla Chiesa degli Artisti per l’addio a Bud Spencer.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *