Calvizie si può curare con la terapia Prp: cos’è?

By | 21 marzo 2018

calvizie-plasma-sangue-curaLa caduta dei capelli è un problema che tocca molte persone, specialmente gli uomini. Un problema che spesso crea ansia e disagio. Tra i metodi per combattere la caduta e l’invecchiamento dei capelli c’è quello del Prp, ovvero del Plasma ricco di piastrine. Tale terapia è certamente tra quelle che garantiscono un margine più alto di successo. Gli esperti dicono che, con questa tecnica, nell’80% dei casi si registra un aumento dei capelli e della loro consistenza. Una terapia di dermatologia rigenerativa decisamente vincente, giudicata la percentuale di riuscita. Vediamo adesso in che cosa consiste la tecnica del Plasma ricco di piastrine.

Curare la calvizie con la terapia Prp: costo

Quanto costa curare la calvizie mediante il trattamento con il Prp? Anticipiamo che il prezzo è variabile e dipende dal paziente. Il sistema di estrazione del plasma ricco di piastrine prevede l’utilizzo di particolari strumenti medici che consentono di ottenere un concentrato piastrinico ottimale in un ambiente altamente disinfettato. La quantità di plasma ricco di piastrine da inoculare nel paziente varia a seconda della tipologia di calvizie o dell’assottigliamento. Si può intuire che un dosaggio maggiore favorisce una stimolazione ampia e intensa. Qualora la calvizie fosse grave, gli esperti potrebbero optare per la bPrp, una terapia ancor più efficace. I costi? Per ogni seduta bisogna pagare dai 500 ai 1.000 euro (dipende dallo specialista).

Piccole infusioni di Prp nella cute

Il metodo si basa su piccole infiltrazioni di plasma ricco di piastrine nelle zone della testa più colpite dalla calvizie, quindi dove c’è un marcato diradamento. La Prp è una novità assoluta nel campo della medicina estetica e promette di risolvere in tempi brevi la problematica della calvizie. Lo scopo è migliorare il cuoio capelluto sul versante biologico. Come? Con il plasma del paziente. La prima cosa da fare è estrarre un po’ di sangue dal paziente. Poi seguono la centrifugazione del sangue  e la divisione in globuli rossi, bianchi e plasma. E’ proprio quest’ultimo concentrato che contiene proteine importanti per la biostimolazione, quindi apprezzabile per  il miglioramento dei tessuti.

Concentrato importante di piastrine

Il Prp rigenera la cute che, col passar del tempo, manterrà la sua energia e vitalità. Recenti studi hanno dimostrato che mini infiltrazioni di Prp nel cuoio capelluto hanno favorito la ricrescita capillare e contrastato il rimpicciolimento follicolare. Il trattamento con Plasma ricco di piastrine, dunque, è una valida opportunità per contrastare senza interventi chirurgici la calvizie. Un modo indolore e veloce per stimolare la ricrescita capillare. Il Plasma ricco di piastrine combatte l’alopecia perché contiene un numero di piastrine da 3 a 7 volte maggiore rispetto a quello presente nel sangue. La tecnica costituisce così una valida alternativa naturale per la riparazione dei tessuti. Negli ultimi anni diverse pubblicazioni scientifiche hanno evidenziato l’efficacia del Prp contro la perdita dei capelli. Una curiosità: la Cina è la nazione dove vivono meno calvi. Solo il 19% della popolazione ha problemi di perdita di capelli. La nazione, invece, con più calvi è la Repubblica Ceca (è calvo il 42% della popolazione). In Italia la percentuale dei calvi si attesta al 39%. Nel Bel Paese, comunque, vi sono meno calvi rispetto a Francia, Spagna, Germania, Usa e Regno Unito.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.