Animali

Cani e gatti: qual è l’animale più intelligente secondo uno studio

Chi è più intelligente fra il gatto e il cane? È proprio questo l’argomento di cui si è occupata una recente ricerca condotta dall’Università di Exeter con la collaborazione di esperti della Canterbury Christ Church University. Gli studiosi hanno pubblicato i risultati della loro ricerca sulla rivista Learning & Behavior. Le conclusioni a cui ha portato lo studio sono state molto interessanti e hanno dato un contributo in più ad un dibattito che ormai va avanti da molto tempo, tra favorevoli e contrari, le cui opinioni possono divergere molto in tema di intelligenza di quelli che sono considerati a tutti gli effetti i migliori animali domestici.

I risultati della ricerca

Gli studiosi britannici sono giunti alla conclusione che la densità neuronale del cervello dei cani può essere considerata maggiore rispetto a quella riscontrabile nei gatti. Tuttavia gli esperti affermano che questo non vuol dire niente, perché non è detto che i cani possano essere più intelligenti dei gatti.

Quindi in generale si può dire che non è possibile rispondere in modo univoco alla domanda se siano più intelligenti i cani o i gatti. Nonostante molti affermino che i cani hanno un’intelligenza superiore rispetto a quella di tutti gli altri animali, i ricercatori non sono d’accordo con affermazioni di questo tipo, perché dal loro studio hanno ricavato che l’intelligenza dei cani è equiparabile a quella di molti altri animali domestici. Insomma, i cani non sarebbero più eccezionali rispetto ad altri animali come per esempio i gatti. Se volete conoscere ulteriori approfondimenti sul comportamento animale, potete visitare il sito dedicato al mondo dei cani https://miglioriprodottipercani.it.

Come è stata svolta la ricerca

Per arrivare ai loro interessanti risultati, gli esperti hanno esaminato più di 300 studi che sono stati svolti in precedenza e che hanno avuto come oggetto di analisi proprio l’intelligenza animale. Nello specifico gli scienziati si sono concentrati su alcuni aspetti.

Hanno valutato l’autocoscienza, la cognizione spaziale, la cognizione sociale, per poi passare anche alla cognizione sensoriale e a quella fisica. Secondo i ricercatori, molte volte l’intelligenza del cane viene sopravvalutata, specialmente quando viene fatto il paragone con altri animali, come possono essere i cavalli, i delfini, i gatti o gli scimpanzé.

Gli esperti hanno verificato che nello svolgimento di alcuni compiti in particolare anche gli scimpanzé ad esempio possono dimostrarsi abbastanza intelligenti o comunque possono presentare un livello intellettivo pari a quello dei cani.

Il parere degli esperti

Il problema sarebbe più da ricercare nel senso comune, che attribuisce ai cani delle facoltà intellettive superiori. Ogni volta che si ottiene un risultato è come se questo andasse sempre a favore dei cani e non degli altri animali.

Tutto ciò, affermano gli scienziati britannici, potrebbe avere un effetto fuorviante e non mettere sulla giusta strada chi invece è alla ricerca di un’intelligenza stimolante anche per altri animali domestici, come per esempio i gatti.

Quindi, secondo gli esperti, la domanda non dovrebbe essere: “è più intelligente il cane o il gatto?”, ma ci si dovrebbe concentrare sulla differenza di elaborazione cognitiva che le varie specie di animali presentano rispetto ad altre.

Il presupposto stesso della domanda potrebbe essere considerato sbagliato, con il pericolo di non dare il giusto peso alle facoltà intellettive degli animali in generale.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.