Caporalato, Governo Inizia Crociata: Varato Ddl, Pene Pesanti e Confisca Beni

0
Caporalato: Governo Vara Ddl, Pene più Severe

Caporalato: Governo Vara Ddl, Pene più SevereLo Stato ha iniziato la sua crociata contro il caporalato. Il Consiglio dei Ministri ha varato ieri un ddl che prevede, tra l’altro, pene molto severe, indennizzi per le vittime e la confisca dei beni di chi sfrutta i lavoratori in nero

 

Ministro Martina: “Siamo sulla strada giusta”

Il ministro delle Politiche agricole, Maurizio Martina, è lieto del varo del ddl e dice: “Siamo sulla strada giusta e concreta per combattere un fenomeno che ha radici antiche, ma che vogliamo sconfiggere con la massima determinazione possibile. Abbiamo rafforzato e reso più efficaci i controlli con un incremento di oltre il 20% rispetto all’anno precedente”.

La notizia del varo del ddl contro il caporalato è stata accolta con grande entusiasmo anche dai sindacati. Luigi Sbarra, segretario confederale Cisl, ad esempio, ha affermato: “Un passo importante, non l’unico da compiere, verso il traguardo di una controffensiva partecipata al caporalato”.

Il ddl contempla anche un miglioramento delle condizioni dei lavoratori stagionali nel settore agricolo, estendendo ad essi anche la disciplina prevista dalla legge 228 del 2003 che, lo ricordiamo,  istituisce un Fondo per le vittime della tratta.

Più strumenti contro caporalato e lavoro nero

Speriamo che il ddl appena varato dal Cdm sia presto approvato in Aula. Lo auspica anche il ministro Martina, che ha detto: “Credo ci siano tutte le condizioni perché ciò accada, per la grande sensibilità sul tema. Si tratta di un provvedimento organico che ci permette di rafforzare gli strumenti contro il caporalato e il lavoro nero”.

Il caporalato è un piaga che brucia molto in Italia; basti pensare che la scorsa estate sono morte per lo sfruttamento nei luoghi di lavoro ben 13 persone. Non è giusto tutto ciò. Non è umano.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.