Colin Firth è italiano, cittadinanza dopo nozze con Livia Giuggioli

By | 23 settembre 2017

Cittadinanza italiana per Colin FirthL’attore britannico Colin Firth ha ottenuto la cittadinanza italiana. Ad annunciarlo è stato il Ministero dell’Interno attraverso il seguente comunicato: “Il notissimo attore, premio Oscar per il film ‘Il discorso del re’, ha sposato una cittadina de nostro paese e ha dichiarato in più occasioni il suo amore per la nostra terra”.  Firth, che fa la spola tra Londra e Città della Pieve (Perugia), ha chiesto qualche mese fa la cittadinanza italiana. Una richiesta che suona strana a molti, in quanto il matrimonio con la produttrice e regista Livia Giuggioli (da cui ha avuto due figli, Luca e Matteo) risale a 20 anni fa. Perché l’attore reclama la cittadinanza adesso? Il prestigioso tabloid Daily Mail aveva insinuato, tempo fa, che la richiesta dell’attore fosse dovuta alla Brexit. Lui ha subito smentito la supposizione del giornale britannico, affermando che ha deciso di avere la doppia cittadinanza (italiana e britannica) ‘per avere lo stesso passaporto d sua moglie e dei figli’.

Colin Firth parla bene l’italiano

Nel film ‘Bridget Jones’ interpretava un avvocato, molto britannico, paladino dei diritti umani. Poi ha vestito i panni di altri personaggi. Alla fine è diventato cittadino italiano. Era inevitabile, visto che ama l’Italia e gli italiani. Non a caso si è sposato con una donna italiana. Colin Firth ha finalmente ottenuto la cittadinanza italiana. L’attore parla benissimo la lingua italiana ed ha girato molte pellicole nel Bel Paese. Lui e la moglie Livia hanno deciso, inoltre, di mettere nomi italiani ai due figli, Luca e Matteo.

L’attore 56enne si è sempre mostrato riluttante all’idea di Brexit e, dopo l’uscita della Gran Bretagna dall’Ue, aveva espresso più volte la sua tristezza. Ai microfoni di un tabloid austriaco, Firth aveva definito la Brexit ‘un disastro di proporzioni inaspettate’. Il Daily Mail, dopo tali parole, aveva scritto che la richiesta della cittadinanza italiana, da parte di Colin, era dovuta probabilmente alla Brexit. L’agente dell’attore aveva subito negato tale supposizione, precisando che la richiesta del passaporto italiano all’ambasciata italiana a Londra era dovuta a motivi familiari, non certo all’uscita del Regno Unito dall’Ue.

Passaporto come moglie e figli

Ai microfoni del Telegraph, agente del premio Oscar britannico ha detto: ‘Colin ha chiesto la doppia cittadinanza (britannica e italiana) per avere un passaporto simile a quello della moglie e dei figli’.

Sia l’Italia che il Regno Unito consentono ai loro cittadini di avere la doppia cittadinanza. Colin Firth, che attualmente vive a Chiswick (Londra) potrà comunque mantenere il suo passaporto britannico. Dal momento in cui è stata decisa la Brexit, gran parte dei britannici ha avviato le pratiche per ottenere la doppia cittadinanza. Tra questi anche il noto attore.

Leggendo diversi articoli pubblicati sul Daily Mail riguardanti la richiesta della cittadinanza italiana avanzata dal celebre attore britannico si può percepire una leggera e non velata ironia. Per tale tabloid, insomma, è stata la Brexit a portare Colin a chiedere la cittadinanza italiana. Ecco lo stralcio di un articolo postato sull’autorevole tabloid britannico lo scorso 24 maggio 2017: “Colin, d’ora in poi, dovrà irrigidire la sua colonna vertebrale quando suonerà l’inno nazionale italiano ‘Fratelli d’Italia’. E’ una melodia magnifica, ma le parole non sono per i deboli…”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *