Diabete mellito cane e gatto: sintomi e prevenzione

By | 8 novembre 2016

Il diabete può colpire anche cani e gatti. Sembrerà strano ma è così. Lo sottolinea Diabete Italia Onlus. Una patologia che, finora, si pensava fosse un’insidia solo per gli uomini è in realtà una ‘spina’ anche per i nostri amici a 4 zampe. L’argomento sarà oggetto di numerosi dibattiti nei prossimi giorni, visto che novembre è il ‘mese del diabete del cane e del gatto’.

Un animale su 100 può essere colpito dal diabete

Un animale su 100 può essere bersagliato dal diabete. Lo ricorda Marco Melosi, presidente Anmvi, che esorta i proprietari di cani e gatti di portare i propri amici a 4 zampe negli ambulatori veterinari per un controllo. Nel mese di novembre, infatti, molti veterinari organizzeranno nei loro ambulatori incontri per sensibilizzare sul diabete del cane e del gatto. I proprietari potranno così apprendere importanti informazioni riguardo ai sintomi e alla prevenzione. Melosi ha sottolineato che il progetto di sensibilizzazione è molto importante perché molte persone non riescono a riconoscere i sintomi del diabete che colpisce i loro animali, come la necessità di bere molto, notte e giorno, e frequente urinazione notturna. La prevenzione, anche per i nostri amici animali, è fondamentale, quindi bisogna saper individuare subito i sintomi del diabete.

Razze più predisposte di altre al diabete

Melosi ha aggiunto che esistono particolari razze di cani più predisposte al diabete, come pastore tedesco e barboncino. I gatti, invece, rischiano di diventare diabetici se mangiano molto e conducono una vita sedentaria. Insomma, per gli animali vale quanto è stato sempre raccomandato agli uomini: stile alimentare sano e più esercizio fisico. Anche cani e gatti devono mangiare alimenti sani e fare esercizio fisico per evitare obesità e gravi patologie come il diabete.

I sintomi

I sintomi tipici del diabete, negli animali, sono la poliuria (necessità di urinare spesso), la polidipsia (incremento della sete), dimagrimento e aumento della fame. Secondo un’indagine condotta diversi anni fa, solo un terzo dei proprietari sa che anche gli animali possono ammalarsi di diabete mellito. Eppure, complici gli stili di vita erronei, tale patologia è in aumento. Dati Gfk Eurisko sottolineano che in Italia sono diabetici 30/40 cani e gatti su 10.000. In altre nazioni, come Usa e Gran Bretagna, il numero di animali diabetici è maggiore.

A differenza dell’uomo, è difficile sottoporre a una terapia cani e gatti. Bisogna infatti somministrargli insulina. E’ intuibile, perciò, che non è un’operazione semplice da compiere.  Per fortuna, la scienza e il progresso aiutano l’uomo e gli animali. Qualche anno fa è stata ideata VetPenTM, una penna utilissima per somministrare insulina ai cani e ai gatti. Uno strumento che non fa sentire il minimo dolore ai nostri amici a 4 zampe.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *