Dieta senza glutine ottima per i celiaci, non per gli altri

By | 18 febbraio 2017

Chi soffre di celiachia segue generalmente diete ‘gluten free’, ovvero basate sul consumo di cibi senza glutine. Tali regimi alimentari giovano, ovviamente, ai celiaci ma lo stesso non può dirsi per le persone sane; anzi per quest’ultime la dieta ‘gluten free’ può rivelarsi pericolosa. La causa sarebbe rappresentata dai numerosi antiparassitari usati per coltivare vari prodotti. Un team di esperti dell’University of Illinois, a Chicago, ha scoperto che seguire una dieta senza glutine se non si è celiaci può esporre a una maggiore contaminazione di metalli pericolosi, come arsenico e mercurio.

Occhio ai pesticidi negli alimenti ‘gluten free’

loading...

Gli studiosi di Chicago, nel corso di un accurato studio sugli alimenti senza glutine, hanno scoperto che tali cibi contengono il 70% in più di mercurio rispetto agli altri alimenti e il 50% di arsenico in più. Non solo. Durante le analisi delle urine di 73 volontari che avevano consumato solo alimenti ‘gluten free’, gli esperti hanno rilevato livelli esorbitanti di mercurio e arsenico. Il problema sarebbe rappresentato proprio dai pesticidi che, solitamente, vengono utilizzati nella coltivazione di tali prodotti. Il glutine è un composto proteico presente in prodotti alimentari come orzo, grano e segale. L’industria alimentare, però, lo usa anche nel corso della produzione di cibi come sughi pronti. I celiaci, quindi, devono prestare la massima attenzione a quello che mangiano.

Il glutine potrebbe diventare un nemico dell’organismo

I celiaci, ovvero le persone affette da un’infiammazione cronica dell’intestino, dovrebbero stare assolutamente alla larga dal glutine. Mangiare cibi contenenti tale sostanza proteica potrebbe essere molto rischioso. I tipici sintomi della celachia sono vomito, nausea, prurito, dermatite e difficoltà digestive. Tutte le persone in salute non dovrebbero evitare i cibi senza glutine, perché la salute potrebbe risentirne. Eppure, sembra che negli ultimi anni sia aumentato il numero di persone sane che mangiano esclusivamente alimenti ‘gluten free’. A rischio sarebbero soprattutto i più piccoli, che andrebbero incontro a deficit nutrizionali non trascurabili. E’ stato appurato, inoltre, che la dieta senza glutine mina il sistema immunitario e batterico di chi è in perfetta salute, quindi non celiaco. Chi non soffre di celiachia, dunque, non dovrebbe assolutamente seguire regimi alimentari ‘gluten free’ in quanto l’organismo, col passar del tempo, potrebbe non riconoscere più il glutine, considerandolo una sorta di nemico. In Italia, la celiachia è stata annoverata tra le malattie sociali: ne soffre un italiano su 100. La maggioranza delle persone, purtroppo, non sa di essere stata bersagliata dalla patologia che, a quanto pare, predilige le donne. Bisogna sottoporsi a test specifici per scoprire la malattia, in quanto i sintomi sono generici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *