Curiosità

Dieta vegana potrebbe uccidere i bimbi se gestita male

dieta-vegana-vegetariana-bambiniDieta vegetariana e dieta vegana non vanno certamente bandite, per carità, ma possono rivelarsi inadeguate per certe persone, in primis i bimbi. Lo dicono i medici. I piccoli hanno bisogno di sostanze e nutrienti come omega-3, ferro, uova, latte e cibi ricchi di vitamina B12. Il tema è stato trattato a Caserta da molti pediatri, nel corso di un convegno promosso dalla Società italiana di pediatria preventiva e sociale e dalla Federazione italiana medici pediatri. Gli esperti hanno discusso anche delle diete vegetariane durante la gravidanza.

Veganesimo andrebbe accantonato in età infantile

I pediatri della Sipps hanno voluto discutere sull’opportunità delle diete vegane e vegetariane per i bimbi, ovvero per soggetti in fase di crescita. In realtà, il vegetarianesimo e il veganesimo dovrebbero essere messi in disparte, almeno in tale fase di vita. La studiosa Margherita Caroli ha detto: ‘Anche in Italia, come nel resto del mondo il numero delle persone che abbracciano stili alimentari diversi, fra cui quelli vegetariani, declinati nelle varie forme, è in aumento. In alcuni casi intere famiglie, a volte con conoscenze nutrizionali insufficienti, abbracciano nuovi modelli alimentari, intraprendendo un percorso che necessita peraltro di assunzioni calibrate dei diversi alimenti. I bambini quindi, soprattutto in questi casi, potrebbero venir esposti a stili alimentari non ideali per la loro crescita’.

L’inadeguatezza nutrizionale

Condivide l’opinione della Caroli anche il professore Andrea Vania, della ‘Sapienza’ di Roma: ‘Per un corretto sviluppo del bimbo le diete latto-ovo-vegetariane e vegane sono inadeguate, soprattutto considerando l’ambito neurologico, psicologico e quello motorio’. I pareri dei pediatri italiani non vogliono assolutamente indurre ad abbandonare la dieta vegana e quella vegetariana ma sottolineano la necessità di fare molta attenzione all’alimentazione dei piccoli e delle donne incinte.

Un bimbo può certamente ottenere tutti i nutrienti anche seguendo una dieta vegana ben integrata. Indubbiamente, la più grande preoccupazione per le diete vegane nella prima infanzia è l’inadeguatezza nutrizionale. I genitori che vogliono alimentare i piccoli in modo vegan devono sapere a cosa vanno incontro per evitare forti carenze di calcio, vitamina D, vitamina B12 e ferro. Ci sono punti fondamentali che i genitori devono ricordare quando vogliono far seguire ai figli una dieta vegetariana o vegana. Non bisogna mai perdere di vista i nutrienti fondamentali per un sano sviluppo psicofisico.

Dieta vegan: le cose si complicano

Medici e nutrizionisti ricordano che le diete vegane sono generalmente poco energetiche e i bambini devono consumare grosse quantità di cibo per ottenere abbastanza energia. Molti bambini, inoltre, non sentono molta fame e non riescono ad incamerare, ogni giorno, abbastanza calorie. Con la dieta vegan, poi, le cose si complicano. Gli esperti affermano che è fondamentale aggiungere oli salutari al cibo, come la colza o la soia, poiché rendono le pietanze più caloriche e favoriscono la produzione di acidi grassi necessari per lo sviluppo del cervello.

Molti studiosi, come la professoressa Mary Fewtrell, hanno spiegato che i bambini che seguono una dieta carente di latticini, carne, pesce e miele sono spesso più magri e più piccoli di quelli che mangiano carne. La Fewtrell ha anche aggiunto che una dieta vegana gestita male potrebbe portare alla morte dei bambini piccoli. Nel Regno Unito, ma anche in altre nazioni, lo stile di vita vegano è diventato sempre più popolare. Nell’ultimo decennio il numero di vegani è cresciuto rapidamente.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.