Fango sul M5S: la storia della senatrice Bogo Deledda

0
m5s-senatrice-deledda-iene

m5s-senatrice-deledda-ieneMentre in Italia ancora non è stato eletto il nuovo premier, sembra che certi partiti, invece di occuparsi di stabilità e serenità per gli italiani, passino il tempo ad attaccare gli avversari politici, tirando fuori storie e aneddoti che fanno sorridere. Diversi tabloid vicini alla destra e alla sinistra italiana hanno riportato il caso di Vittoria Bogo Deledda, grillina approdata recentemente al Senato. Si dice che la Bogo Deledda non si sia recata al lavoro per 243 giorni e, successivamente, sia guarita per la candidatura al Senato. La Bogo Deledda ora lavora in commissione Lavoro del Senato.

Indice articolo

L’annuncio del sindaco di Assemini

C’è chi parla di ‘colmo dei colmi’ e chi di un’astuzia. Fatto sta che non si perde occasione per sferrare staffilate all’avversario politico. Se solo tutte le forze spese per demonizzare i partiti politici fossero usate per migliorare il Paese, forse l’Italia diventerebbe un leader mondiale. Ma queste sono altre dissertazioni.

A comunicare l’approdo al Senato della Bogo Deledda è stato il sindaco di Assemini Mario Puddu, che tra l’altro è il portavoce del Movimento in Sardegna. Puddu ha pubblicato sulla sua pagina Facebook l’elenco delle attribuzioni alle commissioni parlamentari dei senatori e deputati sardi eletti con il M5S. In quella lista compare anche la Deledda, che ora si trova in commissione Lavoro del Senato.

L’attuale senatrice, prima dell’importante designazione, si era assentata dal lavoro (era responsabile dei Servizi sociali nel Comune sardo di Budoni, ndr) per 8 mesi per la sindrome di burnout, ovvero ‘stress da lavoro’. La senatrice, ovviamente, aveva presentato sempre i certificati medici attestanti la sua inidoneità al lavoro. In occasione della campagna elettorale, la Bogo Deledda si è messa a disposizione del suo partito ed è riuscita a diventare senatrice. Ha ottenuto un incarico prestigioso. Quello che non va giù a molte persone è che la neo senatrice, in passato, non avrebbe dato un buon esempio con tutti quei giorni di assenza dal lavoro.

Il servizio delle Iene

Del caso Bogo Deledda si è interessato anche il programma Le Iene. La troupe voleva scoprire la ragione di così tante assenze dal lavoro. Dopo le continue richieste dell’inviato, il marito della senatrice ha perso la pazienza ed ha assalito la troupe delle Iene. Dopo tale episodio, la stessa senatrice pentastellata ha scritto su Facebook: ‘Tutto questo per aver lavorato troppo, non poco! Basterebbe vedere le mie agende degli appuntamenti socio-assistenziali di 25 anni. Tutto questo perché chi avrebbe dovuto non ha voluto verificare le fonti per dare informazioni veritiere e complete, come la corposa cartella Inail con fitta relazione e ben 60 allegati’.

Ad occuparsi del caso Deledda è stato anche Michele Anzaldi, deputato dem, che ha reclamato un’interrogazione ai ministri Poletti, Lorenzin e Madia e un’ispezione da parte dell’Inps. Anzaldi ha poi scritto su Twitter: ‘Per rispetto degli elettori sarebbe stato giusto un segnale, ma dopo 10 giorni solo silenzio’.

Vittoria Bogo Deledda, dopo aver pubblicato un file audio relativo a una conversazione telefonica con l’inviato Roma delle Iene, ha scritto: ‘Tutto questo perché chi avrebbe dovuto non ha voluto verificare le fonti per dare informazioni veritiere e complete, come la corposa cartella Inail con fitta relazione e ben 60 allegati! (Forse poco funzionale alla costruzione di un caso mediatico, ma rivelatrice di ben altra storia…). Tutto questo per avercela fatta dopo un lungo e graduale percorso! Tutto questo per essermi messa a disposizione della Politica, forte di una dura esperienza personale e professionale, pensando a chi si ammala sul lavoro e non trova vie d’uscita!’.

La giustificazione non è riuscita a placare l’indignazione di una parte del popolo del web. In Rete si leggono commenti alquanto ‘pungenti’. L’infettivologo Gianni, ad esempio, dice: ‘Adesso so come curare i miei pazienti: li faccio candidare dai grillini…meglio di Lourdes’. Non mancano chiose volgari del tipo ‘faccia di cu..’ e ‘parassita’. Diversi internauti esortano Di Maio a defenestrare la senatrice grillina. Un utente ha scritto: ‘O la senatrice si dimette o col cavolo che voto ancora i 5 stelle. Stipendiata dallo stato per starsene in mutua. Inammissibile. Violenza disgustosa. Scriviamo a Di Maio’.

E per fortuna che il M5S è stato tacciato di architettare una ‘macchina del fango’ contro gli avversari politici! Il Movimento avrà pure cercato di ‘distruggere’ i nemici (ipotesi tutta da verificare) ma non si può certamente affermare che Forza Italia, Pd e altri si siano comportati e si stiano comportando come ‘francescani’ nei confronti del M5S e dei grillini. Spesso ad attaccare il MoVimento sono stati anche ex pentastellati, come l’ex capo della Comunicazione in Campania, Arnaldo Capezzuto.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.