Insonnia fa male: Randy Gardner sveglio per 264 ore, effetti devastanti

By | 18 gennaio 2018

Dormire poco: danni alla saluteBisogna dormire un certo numero di ore per essere energici e positivi. Dormire poco, alla lunga, incide negativamente sul corpo e la mente. Forse non tutti sono al corrente degli effetti negativi del dormire poco. La prova vivente degli effetti negativi dell’insonnia è lo statunitense Randy Gardner. Questo, per dimostrare che dormire poco non fa male alla salute, rimase sveglio per oltre 264 ore, ovvero per 11 giorni e 24 minuti. Gardner aveva torto: l’insonnia provoca molti disturbi.

Gli effetti negativi della carenza di sonno

L’americano che rimase sveglio per oltre 10 giorni sperimentò sul suo corpo gli effetti negativi della mancanza di sonno. Dopo il periodo di astinenza, Gardner venne colpito da allucinazioni, paranoia, disturbi dell’umore e vari problemi psicologici.

Ognuno di noi deve ricordare che bisogna dormire un determinato numero di ore, ogni notte, per affrontare al meglio la giornata seguente. Dormire poco fa lavorare maggiormente il cervello, riduce la capacità mnemonica e di concentrazione, fa perdere la capacità di pianificare e favorisce la morte delle cellule cerebrali.

Distrazione e confusione

Diverse ricerche di brain imaging hanno dimostrato che il cervello di chi dorme poco deve ​​lavorare maggiormente, quindi la memoria a breve termine ne risente. Si finisce per non ricordare più quasi nulla. Le performance professionali, dunque, calano. Con poche ore di sonno alle spalle si diventa più distratti e confusi. Studi hanno dimostrato che non dormire per 36 ore riduce non poco la capacità di coordinare e pianificare le azioni. In parole povere, è arduo prendere decisioni.

La mancanza di sonno, inoltre, porta ad accentuare le abitudini. Le azioni vengono ripetute nelle stesse circostanze. Questo è un problema in caso di cattive abitudini.

loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *