Iscrizione scuola 2018 solo online: c’è tempo fino al 20 febbraio

By | 16 gennaio 2018

Scuola, iscrizioni al via: procedura solo onlineA partire da oggi, 16 gennaio 2018, sarà possibile presentare la domanda per l’iscrizione dei propri figli alle scuole elementari, medie e superiori per l’anno scolastico, 2018/2019. Per le scuole statali l’unica procedura ammessa è quella online. Le domande possono essere presentate fino alle 20 del prossimo 6 febbraio 2018. La procedura interessa oltre un milione di famiglie italiane. L’anno scolastico 2018/2019 sarà caratterizzato da novità di rilievo, come la previsione di 100 classi di licei e scuole superiori con un ciclo di 4 anni, invece dei classici 5 anni.

Una domanda per ogni studente

Le famiglie, in sede di iscrizione dei bimbi al primo anno delle scuole primarie, secondarie o superiori devono andare sul sito del Ministero dell’Istruzione e compilare un form. Per ogni studente va presentata una domanda.

I genitori possono anche menzionare una seconda e una terza scelta di scuola qualora la prima non fosse così soddisfacente. Ciò vale per l’iscrizione al primo anno; per quelli successivi, infatti, le iscrizioni vengono effettuate d’ufficio, a meno che i genitori non vogliano cambiare scuola.

Non c’è bisogno di affrettarsi

I genitori devono ricordare che non è necessario sbrigarsi e, quindi, presentare la domanda già oggi. L’ordine di arrivo delle domande non ha nessuna rilevanza.

loading...

Al servizio di iscrizione online si accede mediante un username e una password. Per ottenerli basta registrarsi al portale. Si possono usare anche i dati del gestore che ha fornito la sua identità digitale SPID. Vanno bene anche le credenziali Polis.

Ovviamente, i genitori, all’atto della presentazione della domanda, devono conoscere il codice della scuola prescelta. La lista degli istituti scolastici è visionabile sul sito del Ministero.

Durante la compilazione della domanda, si noterà che certe informazioni da inserire sono obbligatorie, altre facoltative. Da tenere bene a mente poi che la domanda, dopo l’invio, non si potrà più modificare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *