Lavarsi le mani: perché è importante farlo prima di toccare i cibi

By | 11 ottobre 2017

L'importanza della pulizia delle maniL’avrete sentito dire spesso ma vogliamo sottolinearlo nuovamente: lavarsi le mani è fondamentale per allontanare numerosi disturbi e malattie, come raffreddore, toxoplasmosi, congiuntivite, infezioni intestinali e mal di gola. Le mani, dunque, non vanno solo curate ma anche igienizzate spesso perché il rischio di trasmissione dei batteri si cela in piccoli gesti, come ad esempio toccare la maniglia di una porta o cucinare. Lavarsi spesso e accuratamente le mani riduce fortemente il rischio di tanti malesseri e disturbi. Le mani, secondo medici ed esperti devono essere assolutamente lavate dopo aver svolto determinate azioni. Ne elenchiamo alcune:

  • soffiarsi il naso
  • andare in bagno
  • starnutire
  • preparare il cibo
  • mangiare
  • toccare o giocare con gli animali domestici
  • toccare i soldi

Bisogna, ovviamente, usare un buon sapone quando ci si lava le mani, che vanno poi risciacquate abbondantemente. Ricordarsi anche di usare asciugamani puliti. Ciò vale anche per i bimbi. I genitori devono insegnare ai piccoli che le mani vanno lavate spesso, specialmente dopo la scuola e lo sport, o comunque dopo il gioco all’aria aperta, magari nei parchi.

Un gesto semplice ma importantissimo

Quello di lavarsi le mani è un gesto semplice, quasi banale, ma fondamentale per scongiurare malattie anche gravi. Batteri e virus insidiosi vengono così tenuti lontano. Bisogna ricordarsi, però, che le mani vanno lavate correttamente. C’è impiega un millesimo di secondo per compiere tale operazione. Beh, ciò può essere controproducente. Le mani vanno lavate a fondo, con il sapone. C’è chi pensa che pulire le mani solo con l’acqua possa bastare: è necessario un buon sapone per eliminare germi e virus. Chi è fuori casa ma non ha a disposizione acqua e sapone può affidarsi invece a gel e soluzioni antibatteriche che, ormai, si trovano anche nei supermarket. Adesso vediamo come bisogna lavare le mani.

Come lavare le mani?

C’è chi si lava solo i palmi delle mani. Così non va bene. Leggendo le linee guida di Humanitas si scopre che bisogna lavare accuratamente non solo i palmi delle mani ma anche lo spazio tra le dita, il dorso, le unghie e i pollici. L’operazione di igienizzazione delle mani dovrebbe durare almeno 30 secondi.

Alla luce di quanto detto, è opportuno, anzi doveroso lavarsi le mani non solo dopo aver mangiato ma anche prima. Il motivo è facilmente intuibile. Le mani sono piene di batteri che, inevitabilmente, finirebbero nei cibi. Sembrerà strano ma lavare, in inverno, spesso le mani allontana il rischio della fastidiosa influenza. Quanto detto vale anche per tutti coloro che lavorano in ospedale, come medici e infermieri.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *