Liquirizia fa male al cuore, acido glicirrizico aumenta la pressione sanguigna

By | 3 novembre 2017

Troppa liquirizia è un attentato al cuoreTra i dolciumi e le caramelle più dannose per il cuore ci sarebbe la liquirizia. Tegola per i tanti estimatori della gustosa candy nera. La Food and Drug Administration americana ha riferito che se ogni giorno, per 2 settimane, si mangiano 4 rotelle di liquirizia, è alto il rischio di finire in ospedale per battito cardiaco irregolare o, addirittura per insufficienza cardiaca. Sembra, insomma, che la liquirizia non sia amica del cuore. Come mai? La FDA sostiene che nella radice di liquirizia vi sia una sostanza, l’acido glicirrizico, che fa aumentare la pressione sanguigna delle persone. L’effetto di tale sostanze varia da persona a persona, e qualcuno potrebbe lamentare anche scompensi cardiaci. Secondo la FDA, l’acido glicirrizico potrebbe anche interferire con altri medicinali ed integratori. ‘Non importa quale sia la vostra età, non bisogna mangiare grosse quantità di liquirizia in un solo colpo’, ha raccomandato la nota agenzia americana. Ovviamente, coloro che rischiano di più sono gli over 40 che hanno avuto problemi cardiaci o soffrono di  pressione alta.

Battito cardiaco anomalo

La liquirizia sarebbe insomma una vera nemica del cuore. La notizia è arrivata poco dopo le grosse scorpacciate di caramelle di Halloween. Uno dei ‘must’ della festività celtica, infatti, è il consumo di caramelle, alternative allo ‘scherzetto’. Non solo gli adulti, ma anche i bimbi dovrebbero consumare modeste quantità di liquirizia, secondo la FDA.

Chi mangia molta liquirizia, e spesso, non si dovrebbe stupire se, a un certo punto, il suo cuore inizia a battere in modo anomalo.

L’acido glicirrico presente nella radice di liquirizia impedirebbe il corretto assorbimento del potassio da parte dell’organismo. Se si consuma troppa liquirizia, dunque, il livello di potassio nell’organismo potrebbe scendere troppo. Ciò inciderebbe negativamente sull’equilibrio tra potassio e sodio. Tale equilibrio è fondamentale infatti per il corretto funzionamento del cuore.

Se il livello di potassio è troppo basso, quello di sodio diventa inevitabilmente alto. Tale squilibrio causa un aumento della pressione sanguigna e alterazioni del ritmo cardiaco. Anomalie frequenti nel battito cardiaco incrementano notevolmente il rischio di attacchi di cuore.

Liquirizia: consumarla con moderazione

Il recente rapporto della FDA, che in sostanza ne rimarca uno del 2011, precisa che bisognerebbe mangiare ogni giorno liquirizia per rischiare problemi cardiaci. Se mangiata sporadicamente e in modeste quantità non dovrebbe creare problemi.

Molti americani appassionati di liquirizia hanno rivelato di avere avuto problemi cardiaci e sbalzi di pressione negli ultimi anni. Ciò comunque non deve allarmare. La liquirizia non deve essere abolita ma consumata con moderazione.

I problemi di salute dovuti al consumo di liquirizia sono estremamente rari. Nel 1991, il New England Journal of Medicine aveva riportato il caso di un 70enne ricoverato con gravi problemi cardiaci. Sembra che l’anziano avesse mangiato dai 60 ai 100 pezzi di liquirizia nera ogni giorno nei 4 anni anni antecedenti al ricovero.

Un 66enne era stato ricoverato per la pressione alta e un livello troppo basso di potassio. I medici avevano scoperto che ogni giorno il paziente mangiava circa 160 pasticche di ‘Fisherman’s Friend Extra Strong’. Tali caramelle contengono molta liquirizia.

Sia il paziente 77enne che quello di 66 anni erano stati subito dimessi, ma i medici avevano raccomandato loro di consumare meno liquirizia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *