M5S, Grillo portato in giudizio per conflitto di interesse

By | 12 gennaio 2018

Grillo lascerà il M5S?Conflitto di interesse. Questo è il motivo per cui il Comitato per la Difesa dei Diritti dell’Associazione M5S ha intenzione di portare in giudizio nuovamente il leader del M5S Beppe Grillo. Nei giorni scorsi è stato chiesto ai giudici del Tribunale di Genova di nominare un curatore per difendere gli interessi della prima associazione M5S, ovvero quella dei 9 anni fa. Il Comitato biasima Grillo perché avrebbe confermato la costituzione della terza associazione del M5S lo scorso dicembre, affibbiandogli addirittura il simbolo. Tutto ciò sarebbe in palese conflitto di interesse con i diritti degli associati originari.

Addio al M5S di Grillo?

Lorenzo Borrè, legale del Comitato per la Difesa dei Diritti dell’Associazione, ha detto che c’è ‘un’antitesi ontologica tra la prima associazione del M5S e la terza’.

Una vicenda che rischia di portare Grillo in giudizio. Un momento no per il comico e politico ligure? Intanto girano voci di un presunto addio al MoVimento.

Nell’edizione de ‘L’Espresso’ di domenica prossima, 14 gennaio 2018, si fa riferimento a un allontanamento di Beppe dalla sua ‘creatura’. Dopo Alessandro Di Battista, se ne andrà dal M5S anche Grillo?

‘Grillo non abita più qui’

Nel servizio intitolato ‘Grillo non abita più qui’, viene sottolineato che l’addio di Beppe al Movimento sarebbe molto vicino.

Non è un caso che Grillo avrebbe richiesto la titolarità del dominio del blog. Per molti, Beppe Grillo avrebbe già ‘preparato le valigie’. Starebbe solo aspettando il momento buono (prima o dopo le elezioni?) per andarsene, per ritornare sui palcoscenici e strappare risate al pubblico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

loading...