Mangiare la placenta dopo il parto: vantaggi e svantaggi

By | 18 ottobre 2017
loading...

Placenta: mangiarla porta vantaggi o svantaggi?In molte nazioni del mondo la placentofagia, ovvero mangiare la propria placenta dopo il parto, è diventata una vera mania. Al di là delle mode, ogni donna dovrebbe riflettere sui vantaggi e sugli svantaggi derivanti dal consumo della placenta. I mammiferi mangiano la propria placenta per lenire i dolori post partum e per rafforzare il legame coi figli. Anche l’uomo è un mammifero, quindi perché non consumare la placenta? Beh, i benefici derivanti da tale pratica, nell’uomo, non sono gli stessi che si ravvisano nell’universo animale. La maggioranza delle donne che mangiano la placenta, comunque, pensa che ciò allontani la depressione post partum, favorisca la ripresa dopo il parto e l’allattamento. Benefici veri o illusioni? L’ostetrica alsaziana Valerie Supper aveva dichiarato: ‘La placenta è ricchissima di vitamine. Non ci sono ancora studi su questo punto ma l’esperienza ci insegna che, indirettamente, la placenta ha degli effetti benefici sul nostro organismo’. Sebbene la placenta sia consumata da molte puerpere, non sussiste nessuna prova scientifica dei benefici della placentofagia; anzi, alcuni esperti la ritengono vana. Un ginecologo di Lille, ad esempio, aveva detto: ‘La placenta perde le sue virtù nutritive dal momento in cui viene estratta dall’utero’.

Placenta: come mangiarla?

Nel mondo esistono veramente modi stravaganti di mangiare la placenta; c’è chi, ad esempio, la cuoce e chi l’aggiunge ai frullati di frutta. In alcuni Paesi, come in Germania, la placenta viene fatta essiccare; poi viene sminuzzata e trasformata in capsule. Quest’ultimo è il cosiddetto metodo di incapsulamento. L’esperta Supper aveva spiegato riguardo ai ‘granuli omeopatici’ ricavati dalla placenta: ‘Questi permettono di sostenere la mamma e il bambino, di accompagnarlo durante la crescita, riportando all’equilibrio fisiologico un organismo eventualmente squilibrato’.

Riguardo ai vantaggi derivanti dal consumo della placenta, dunque, vi sono solamente supposizioni e non prove scientifiche. In Italia, comunque, ogni donna è reputata proprietaria della sua placenta, quindi può consumarla liberamente. In altri Stati, come la Francia, ciò è vietato.

Tanti VIP lo fanno ma è sconsigliato

Sono numerosi i personaggi famosi, anche d’oltreoceano, che hanno ‘abbracciato’ la placentofagia. Si mormora che abbia mangiato la sua placenta anche Nicole Kidman. Tale pratica, dunque, è così vantaggiosa? In base a uno studio pubblicato un paio d’anni fa su Archives of Women’s Mental Health, il consumo della placenta non solo non porta vantaggi ma può rivelarsi anche rischioso.

Perché sarebbe pericoloso per la mamma e il bebè mangiare la placenta? Sembra che le insidie deriverebbero da alcune sostanze contenute in tale organo. Alcuni esperti, anni fa, avevano trovato anche tracce di mercurio e piombo, elementi altamente tossici.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *