Mantova revoca cittadinanza a Benito Mussolini: Forza Italia insorge

By | 13 febbraio 2018

Benito-Mussolini-Mantova-gli-revoca-cittadinanzaDopo una lunga discussione in Consiglio comunale, durata oltre 3 ore, ieri Mantova ha deciso di revocare la cittadinanza a Benito Mussolini. Una decisione che ha fatto esultare molti politici e storcere il naso ad altri. Siamo sicuri che Mantova, revocando la cittadinanza italiana al Duce, sarà migliore? Se lo domandano specialmente quelli dell’opposizione, in primis i forzisti. Intanto il capogruppo del Pd, Giovanni Pasetti, è soddisfatto: ‘Mussolini non può stare nella lista dei cittadini onorari perché non ha fatto nulla per Mantova, ma è stato un dittatore e un liberticida’.

Allegretti non ha votato

Mussolini non è più cittadino di Mantova. Alla votazione, in Consiglio comunale, non ha preso parte il presidente Allegretti, secondo cui la revoca è ‘fuori tempo massimo’. La domanda che molti si pongono è: la revoca della cittadinanza può eliminare il significato della votazione di 94 anni fa? All’epoca, favorevoli alla concessione della cittadinanza onoraria di Mantova al Duce furono perfino 4 ebrei.

Il Duce non è più cittadino onorario di Mantova. E’ vero. Ma l’atto con cui, nel 1924, venne concessa la cittadinanza al Duce è negli archivi. Per Forza Italia revocare la cittadinanza a Mussolini rappresenta una sorta di eliminazione di una parte della città di Mantova: ‘Se andiamo avanti così dovremo cambiare la toponomastica, a cominciare da piazza Marconi, visto che lui sostenne il fascismo’. Ci sono tante città italiane che hanno conferito la cittadinanza onoraria al Duce: solo alcune l’hanno revocata.

M5S contrario alla revoca della cittadinanza a Mussolini

Mantova dice ‘no’ alla cittadinanza a Mussolini. Ieri la maggioranza, in Consiglio comunale, ha avuto la meglio: 17 ‘sì’ e 10 ‘no’. Contrario alla revoca anche il M5S. Mantova, come molti altri comuni italiani, assegnò la cittadinanza al Duce, il 21 maggio del 1924. Attualmente si sta discutendo sull’eventualità di revocare la cittadinanza al Duce in molti altri Comuni, come Pisa, Torino e Crema.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.