Migranti in Italia ‘bomba sociale’: Berlusconi in salsa salviniana

By | 5 febbraio 2018

Berlusconi-Tg5-migranti-bomba-socialeForse Silvio Berlusconi mira ad accaparrarsi qualche voto dai leghisti, da sempre riluttanti all’idea di accoglienza e integrazione. Ieri, nel corso di una lunga intervista al Tg5, il leader di Forza Italia ha affermato che i migranti in Italia sono ‘una bomba sociale pronta a esplodere’, rimarcando che quella dei clandestini è una questione da risolvere rapidamente. L’ex premier ha sottolineato che ‘con noi al governo nel 2012 sbarcarono in Italia 4.400 migranti, lo stesso numero sbarcato in un week end la scorsa estate. Invece con i quattro governi della sinistra ne sono arrivati 170mila nel 2014, 153 mila nel 2015, 181mila nel 2016 e 119mila nel 2017. Il risultato è che oggi in Italia si contano almeno 630mila migranti di cui solo il 5% ha il diritto di restare da noi perché rifugiati. Gli altri 600 mila rappresentano una bomba sociale pronta a esplodere perché non vivono che di espedienti e di reati’.

Berlusconi rispolvera il Piano Marshall

loading...

L’ex Cavaliere ha poi espresso la sua opinione sulla gestione migranti da parte di un Esecutivo qualificato: ‘Un governo italiano che fosse autorevole e ascoltato dovrebbe esigere dall’Europa di mettere in campo il proprio peso politico ed economico in tre modi: stipulare trattati con i Paesi del Nordafrica per impedire gli imbarchi dei migranti; stipulare altri trattati con i Paesi di origine dei migranti perché accolgano indietro i migranti che dovremo rimpatriare; e poi è indispensabile dar vita a un grande piano Marshall per l’Africa affinché possa nascere e svilupparsi nei Paesi africani più arretrati un’economia che garantisca ai nativi posti di lavoro. Per ottenere tutto questo occorre che l’Italia, che oggi a Bruxelles e nel mondo non conta niente, torni a contare come quando al governo c’eravamo noi’.

Salvini: ‘Gli italiani non sono razzisti’

Alle parole del leader di Forza Italia fanno eco quelle di Matteo Salvini, segretario leghista, che durante la trasmissione ‘Non è l’Arena’ ha detto: ‘Se andiamo al Foverno è chiaro che non sparisce il crimine ma si rispettano le regole: se non hai il permesso di soggiorno e spacci torni a casa tua in un quarto d’ora’.

Salvini ha precisato che, contrariamente a quanto si crede, gli italiani sono più accoglienti al mondo, non certo razzisti: ‘I nostri nonni erano emigranti, nessuno ai nostri nonni pagava colazione, pranzo e cena in albergo per non fare niente. Il problema non è l’immigrazione, è l’immigrazione clandestina. Chiedo solo un Paese più tranquillo’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *