Politica

Moscovici: Italia un problema nella zona Euro

I problemi economici non si risolvono stampando nuovi soldi. E’ questo il succo dell’intervento di Pierre Moscovici, commissario per gli Affari economici europei. Il commissario ha deciso di andare a gamba tesa sull’Italia, etichettandola come un serio e concreto problema nella zona Euro per diversi fattori. Il primo – e più importante – è quello di credibilità; le dure parole rilasciate da Moscovici hanno fatto tuonare il governo italiano. In primis Di Maio, che ha deciso di rispondere al commissario francese.

Le parole di Pierre Moscovici

Un vero e proprio attacco a gamba tesa da parte di Pierre Moscovici, politico francese e commissario per gli Affari economici europei. L’Italia rappresenta un concreto problema nella zona Euro, soprattutto a causa di una credibilità che – in questo momento – non viene riconosciuta alla penisola.  “C’è un problema che è l’Italia. E’ proprio l’Italia il tema su cui mi voglio concentrare prima di tutto”. 

Il riferimento non può che essere l’attuale governo: “L’Italia ha un nuovo governo, entrato in funzione, credo, da circa 100 giorni. L’Italia ha anche un nuovo ministro dell’Economia e delle Finanze con cui lavoro regolarmente, in un clima costruttivo. Spero che questo clima costruttivo prevarrà.”

Il commento sull’avanzata dei populismi

Non è mancata neanche la sua soggettiva interpretazione della attuale situazione europea, che vede sempre più l’avanzare dei populismi e delle destre nazionali. Perseguendo con l’attacco anche a Salvini e al governo italiano, il commissario degli Affari economici europei ha dichiarato: “Oggi c’è un clima che assomiglia molto agli anni ’30. Certo, non dobbiamo esagerare, chiaramente non c’è Hitler, forse dei piccoli Mussolini…”

Ha poi continuato dicendo che i populisti non otterranno mai una vittoria schiacciante in Assemblea Ue, ma la loro progressione sarà considerevole.

La risposta di Luigi Di Maio

Le parole di Pierre Moscovici non sono certamente andate giù al vicepremier e leader pentastellato Luigi Di Maio, che ha subito risposto a quelle che ha ritenuto vere e proprie accuse. Non tanto le dichiarazioni circa la credibilità dell’Italia in zona Euro, ma l’affermazione “piccoli Mussolini” ha provocato tanta ira in Di Maio.

Questa la risposta: “L’atteggiamento da parte di alcuni commissari europei è inaccettabile, veramente insopportabile. Dall’alto della loro Commissione europea si permettono di dire che in Italia coi sono tanti piccoli Mussolini, non si devono permettere!”.

 

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.