Prodotti senza glutine vanno a ruba, non li comprano solo i celiaci

By | 16 dicembre 2017

Prodotti senza glutine venditeIn Italia è aumentato considerevolmente il consumo di prodotti senza glutine. Non sempre, però, gli acquirenti hanno bisogno di tali alimenti, quindi non sono celiaci. Secondo recenti sondaggi, il 10% degli italiani segue uno stile alimentare totalmente o parzialmente gluten free ma non ne ha bisogno. Il boom di cibi gluten free, dunque, non è dovuto all’aumento dei soggetti affetti da celiachia. Tale disturbo dunque non è responsabile dell’impennata delle vendite di prodotti senza glutine.

Cibi gluten free: boom di vendite anche negli Usa

In Italia ci sono circa 600mila celiaci. E’ strano dunque che il il 10% della popolazione italiana consumi prodotti senza glutine.

Lo Stato incassa 320 milioni di euro grazie ai prodotti senza glutine ma di tale somma solo 215 milioni provengono da persone affette da celiachia. Ua situazione del genere si ravvisa anche negli Usa, dove non c’è una certa proporzionalità tra aumento delle vendite di cibi senza glutine e numero di celiaci.

Sembra insomma che in Italia e in altri Paesi le vendite di prodotti senza glutine crescano in maniera esponenziale rispetto al reale numero dei celiaci.

Da un’indagine sulle consuetudini alimentari degli americani è emerso che i celiaci, negli States, sono 1,7 milioni ma, stranamente, quelli che acquistano prodotti gluten free sono 2,7 milioni. E’ facile constatare che negli Usa un milione di persone acquistano e consumano cibi senza glutine in assenza di prescrizioni mediche. Ciò è grave.

Dieta gluten free non adatta alle persone sane

Varie ricerche hanno dimostrato che una dieta gluten free non arreca benefici a soggetti in salute, quindi non celiaci.

Giuseppe Di Fabio, presidente AIC, ha detto che tante persone scelgono alimenti senza glutine per moda, non per necessità. In realtà tali alimenti non fanno sentire meglio le persone sane e non fanno certamente perdere peso.

‘Nessuna ricerca ha finora dimostrato qualsivoglia effetto benefico per i non celiaci nell’alimentarsi senza glutine, anzi; gli studi scientifici stanno ampiamente dimostrando che in chi non è celiaco l’esclusione del glutine è inutile’, ha spiegato Di Fabio.

I cibi gluten free vanno consumati solo dai celiaci. Meglio non farsi contagiare da vacue mode del momento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.