Restauro Colosseo: merito di Tod’s, terminata prima fase

By | 4 luglio 2016
loading...

E’ già terminata la prima fase del restauro del Colosseo,  Roma, iniziato 3 anni fa. Fondamentale è stato il finanziamento del gruppo Tod’s, che ha stanziato ben 25 milioni di euro per il restauro, di cui 8 già spesi. Giorni fa è avvenuta l’inaugurazione in presenza di molti personaggi famosi, tra cui il ministro dei Beni culturali Dario Franceschini. Il merito del restauro dell’Anfiteatro Flavio va senza dubbio al gruppo Tod’s riconducibile a Diego Della Valle, che ha stanziato un bel po’ di denaro. Un comunicato diffuso da Tod’s recita:

“La prima fase dei lavori è giunta a compimento e riguarda e ha riguardato il prospetto settentrionale e quello meridionale, pari a circa 13.300 mq di superficie, nonché la sostituzione dell’attuale sistema di chiusura dei fornici con la realizzazione di nuove cancellate. Il piano di interventi continuerà con il restauro degli ambulacri, dei sotterranei del Colosseo, la messa a norma e l’implementazione degli impianti e la realizzazione di un centro servizi che consenta di portare all’esterno le attività di supporto alla visita che sono attualmente all’interno del monumento…”.

Nel comunicato diffuso da Tod’s viene evidenziato che durante i lavori di restauro del Colosseo sono stati scoperti oggetti di immenso valore storico-artistico-culturale, come un bassorilievo di circa 60 cm ritraente un gladiatore. Negli ultimi giorni, molti politici, tra cui il premier Renzi hanno rilasciato commenti riguardo al restauro del Colosseo. Ebbene, tra pavoneggiamenti, opinioni varie, allusioni ed altro dobbiamo dire solo che l’unico che ha il diritto di inorgoglirsi per il restauro del Colosseo è Diego Della Valle perché solo lui, finora, ha messo mano sul portafoglio ed ha sborsato 8 milioni di euro. In futuro, inoltre, spenderà altro denaro per Roma, per l’Italia, per il turismo capitolino e italiano. Ecco, solo Della Valle, numero uno di Tod’s, ha il diritto di dire che le imprese straniere dovrebbero imitare le iniziative prese da quelle italiane.

Resta il fatto che in Italia solo Tod’s, simbolo del made in Italy, ha voluto finanziare il restauro dell’Anfiteatro Flavio, uno dei monumenti italiani più famosi, tanto caro ai romani e a tutto il Belpaese. Il Colosseo doveva essere restaurato e Tod’s sta riportando, pian piano, il grandioso monumento all’antico splendore. L’iniziativa è stata presa proprio da Diego Della Valle, CEO e presidente del gruppo Tod’s per difendere e promuovere la cultura italiana ma anche sostenere l’imprenditoria del Belpaese.

Speriamo veramente che l’iniziativa di Tod’s, relativa al restauro del Colosseo, rappresenti un pungolo per altre realtà imprenditoriali, italiane e straniere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *