Sinead O’Connor sola e depressa: ‘Malattie mentali come droghe’

By | 8 agosto 2017

Sinead O'Connor triste e sola: video allarmante su FacebookNon riesce proprio ad allontanare i suoi demoni. Sinead O’Connor è sempre più sola e depressa. L’artista, che raggiunse l’apice del suo successo negli anni ’80 con hit come ‘Nothing Compares 2 U’ ha più volte detto di essere sola e triste. Nelle ultime ore ha postato un video su Facebook che ha fatto preoccupare non poco i suoi ammiratori perché esprime la solitudine e l’amarezza di una donna: ‘Voglio che tutti sappiano cosa significa e perché faccio questo video. Le malattie mentali sono come le droghe, sono uno stigma: all’improvviso tutte le persone ce dovrebbero amarti e prendersi cura di te ti trattano male’. La cantante ha più volte fatto impensierire i fan per i suoi istinti suicidi.

L’instabilità psichica della O’Connor

Lo sfogo su Facebook di Sinead O’Connor preoccupa i fan. E’ un preludio di qualche gesto estremo o una semplice riflessione sulla sua vita, caratterizzata dall’estrema solitudine? L’artista ha dichiarato di sentirsi triste: l’unica persona a cui vuole bene è il suo psichiatra. L’instabilità psichica della 51enne è nota a tutti. La sua è stata una parabola discendente. Dalle stelle alle stalle. C’è stato un momento, negli anni ’80, in cui Sinead svettava nelle classifiche mondiali dei brani più venduti e ascoltati. Merito di ‘Nothing Compares 2 U’, brano perfetto che fece emozionare milioni di persone. Adesso la ‘O’Connor è l’ombra di se stessa. Lotta ogni giorno contro la depressione e deve allontanare costantemente il desiderio di togliersi la vita.

L’artista irlandese, classe 1966, ha affermato di essere affetta da 3 malattie mentali, tra cui il disturbo bipolare. L’uomo della sua vita è il suo psichiatra, grazie al quale, forse, ancora non si è suicidata.

Vive in un motel

Oggi Sinead O’Connor vive in un motel, nel New Jersey. E’ sola. Perché tutti si disinteressano di Sinead? Eppure ha molti familiari e, un tempo, aveva molti amici e colleghi. Ah, forse Sinead era un’ottima amica solo quando era ricca e famosa; oggi, forse, molti la evitano perché è povera, sola e con problemi mentali. Sono quest’ultimi il vero problema dell’artista. La cinquantenne ha più volte attaccato i media per come ritraggono le star affette da disturbi psichici. In passato si era schierata, ad esempio, dalla parte di Britney Spears e Amanda Bynes.

Tre anni fa, la cantante di ‘Nothing Compares 2 U’ rimase scioccata per il suicidio di Robin Williams. Durante la performance live alla Roundhouse, a Londra, dedicò al celebre attore due brani: la versione acustica di ‘I Am Stretched Upon Your Grave’ ed ‘Eight Good Reasons’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.