Curiosità

Stress aumenta col caldo, quando l’estate diventa uno strazio

Stress aumenta in estateQuando fa caldo si è più stressati. Strano ma vero. Nonostante la bella stagione, i viaggi e le vacanze, le temperature elevate portano ansia e agitazione. Sembra che i livelli di cortisolo (ormone che viene rilasciato nelle situazioni stressanti) siano maggiori in estate o, comunque, quando fa caldo. Il dato è stato rimarcato da alcuni ricercatori durante una conferenza presso l’università di Poznan, in Polonia.

L’importanza del cortisolo

Il cortisolo è un ormone che svolge funzioni importanti: regola, ad esempio, il livello di zuccheri e sale, e favorisce il calo delle infiammazioni. Cortisolo, inoltre, è sinonimo di benessere generale.

Il livello di cortisolo è alto di mattina e basso di sera, anche se certe malattie o l’assunzione di certi medicinali possono alterarlo. Un team di esperti ha scoperto che il cortisolo in circolo, in estate, è sempre elevato mentre in inverno il livello non subisce grosse fluttuazioni.

Ansia da sudorazione eccessiva

L’ansia e lo stress colpiscono specialmente quando fa caldo, quindi in estate si rischia grosso. Quando il corpo si riscalda potrebbero sopraggiungere stress e ansia. Se non si fa attenzione alle proprie condizioni di salute si potrebbe finire nel vortice dell’estrema agitazione.

Col caldo si tende a sudare e certe persone diventano ansiose già solo per l’aumento della sudorazione. Tale ansia può degenerare in stress. In questo caso, la soluzione migliore è rinfrescarsi. I tipici sintomi dello stress dovuto al caldo sono:

  • Nausea
  • Vomito
  • Mal di testa
  • Vertigini

Durante la stagione calda bisogna evitare tali sintomi, ovvero bisogna evitare lo stress. Come? Ad esempio eseguendo esercizi di respirazione e rilassamento.

Un gruppo di ricercatori giapponesi si è concentrato sull’influenza delle condizioni meteorologiche sull’umore delle persone, scoprendo che in estate sono più frequenti le crisi depressive. Oltre la metà dei volontari ha sperimentato attacchi di panico specialmente durante le giornate calde e nuvolose.

Possibili attacchi di panico

L’estate potrebbe rivelarsi così una stagione particolarmente difficile per le persone che soffrono di attacchi di panico. Quando aumentano le temperature cresce anche il rischio di stress, perciò bisogna aspettarsi situazioni non proprio piacevoli. Sebbene l’estate sia la stagione preferita dalla maggioranza delle persone, non presenta solo aspetti positivi. Il caldo, per molti, può rappresentare un serio nemico, foriero di disturbi più o meno inficianti, come spossatezza, insonnia e, appunto, stress.

In estate si diventa più irrequieti

E’ stato dimostrato che il caldo rende la persona più irrequieta. In estate di solito è difficile controllare gli impulsi, quindi si diventa aggressivi. L’esposizione alle alte temperature, dunque, può rendere le persone irrazionali, aggressive e stressate. Vari sono i motivi di tutto ciò: le giornate, ad esempio, sono più lunghe, ci sono più ore di luce. Le persone psichicamente instabili sono quelle che potrebbero avere più problemi quando fa caldo.

Il consiglio degli esperti per non finire nella ‘rete’ dello stress è conoscere bene il caldo, evitando quindi situazioni pericolose. Non è raccomandabile, ad esempio, fare sport, soprattutto quelli estremi, durante le ore più calde. Quando si suda molto e ci si sente stanchi bisogna staccare la spina per un po’, magari gustando un gelato o un drink; ben venga anche un tuffo in piscina.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.