Dieta mediterranea alleata dell’intestino: benefici al microbiota

By | 2 maggio 2018

Dieta mediterranea toccasana per l'intestinoCi sono tanti buoni motivi per seguire la dieta mediterranea. Forse non tutti sanno, ad esempio, che tale regime alimentare è un toccasana per l’intestino, stimolando i batteri ‘buoni’. Un recente studio portato avanti dal dottor Hariom Yadav, del Wake Forest Baptist Medical Center, nella Carolina del Nord, ha dimostrato che consumare gli alimenti tipici della dieta mediterranea, come olio d’oliva, pesce, frutta e verdura aumenta del 7% la produzione di batteri ‘buoni’ rispetto a qualsiasi altro stile alimentare occidentale.

Batteri buoni e cattivi nell’intestino

Il dottor Yadav e i suoi colleghi hanno individuato un’altra ragione per scegliere la dieta mediterranea. ‘Abbiamo circa 2 miliardi di batteri buoni e cattivi che vivono nel nostro intestino. Se i batteri sono di un certo tipo e non adeguatamente bilanciati, la salute può risentirne’, ha detto l’esperto Yadav, ricordando che il suo studio ha permesso di appurare che ‘i batteri buoni, principalmente il Lactobacillus, la maggior parte dei quali sono probiotici, erano significativamente aumentati nel gruppo della dieta mediterranea’.

Non solo batteri buoni. Nell’organismo umano vi sono anche batteri cattivi, spesso associati a disturbi e patologie come polmonite e depressione. Yadav e colleghi hanno valutato un tipico stile alimentare occidentale (ricco di grassi, carboidrati e colesterolo) con quello mediterraneo. Al termine è stato notato che, a parità di calorie assunte, la dieta mediterranea aveva ‘fornito’ all’intestino un maggior numero di batteri ‘buoni’.

Lo studioso americano ha affermato che il risultato sarà importante per futuri studi sul legame tra stile alimentare e patologie come diabete di tipo 2, obesità e patologie cardiovascolari.

Alimenti che fanno bene all’intestino

Ci sono alimenti che fanno bene all’intestino ed altri lo danneggiano. In soldoni, certi stili alimentari tendono a danneggiare il microbiota intestinale (tutti i batteri presenti nell’intestino) ed altri lo rivitalizzano. La condizione del microbiota è in grado di influire sul benessere di tutto l’organismo, contribuendo anche al rafforzamento del sistema immunitario.

L’alimentazione è fondamentale per il benessere del microbiota e la dieta mediterranea è certamente la migliore per la selezione dei batteri perché molto equilibrata. Alimenti come pesce, frutta, verdura, cereali, riso e frumento sono validi alleati del microbiota intestinale.

Dieta mediterranea patrimonio dell’umanità

La dieta mediterranea è sinonimo di salute. Non è un caso che sia stata definita patrimonio dell’umanità. Lo stile alimentare non è solo un valido strumento per perdere peso ma garantisce il benessere generale. Ci sono stili alimentari che permettono di perdere peso in poco tempo ma non forniscono i nutrienti necessari. Non sono equilibrati.

Il professor Giorgio Calabrese, nel corso di un’intervista rilasciata anni fa, aveva detto che l’intestino è un secondo cervello perché ‘gestisce la nostra salute, la nostra serenità. E tutto ciò dipende dalla qualità del cibo che ingeriamo. Proviamo a pensare come si abbassa la qualità della vita quando assumiamo alimenti che provocano acidità o difficoltà digestive. L’intestino è un organo che ci coccola’.

Il segreto per star bene, secondo Calabrese? Assumere sempre certi alimenti, ovvero quelli tipici della dieta mediterranea, come verdura, frutta, pesce, legumi e cereali. Cibi che non devono mai mancare a tavola. La dieta non è una moda, va seguita sempre per stare in salute.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *