Vince 1 milione di euro alla Lotteria Italia ma resta deluso: ecco perché

By | 15 gennaio 2018

Vince premio alla Lotteria Italia: la delusione di BiagioBiagio Vigna, posteggiatore di Pinerolo, nel Torinese, ha vinto recentemente un milione di euro alla Lotteria Italia 2018. Biagio, dopo aver vinto, non si è nascosto: ha detto a tutti di essere stato baciato dalla dea bendata e che avrebbe donato la somma alla figlia. Del resto, aveva acquistato quel biglietto proprio per lei. Era un regalo, ed ora è giusto che lei riscuota la vincita. ‘Quando ha visto il biglietto vincente è venuta a prendermi e mi ha chiesto cosa fare. Le ho detto è tuo, fanne ciò che vuoi. Troppi soldi per me, non li voglio. Lei è giovane, io il mio tempo l’ho fatto’, aveva rivelato il signor Biagio ad alcuni quotidiani locali.

12% della vincita va allo Stato

Prima la vincita, poi la delusione. Il fortunato 67enne di Pinerolo non immaginava minimamente che, in Italia, lo Stato incassa il 12% di una vincita alla Lotteria Italia. Tra spese e imposte, la somma che resterà nelle mani di Biagio, pardon della figlia, sarà inferiore rispetto a quella che si credeva sarebbe finita nelle proprie tasche.

‘Mia figlia Francesca è riuscita dopo molte traversie a far depositare il biglietto vincente ma ha scoperto che il milione di euro intero non lo vedremo mai. Lo Stato si prende il 12%. Perché scrivono sul biglietto un milione? Dovrebbero scrivere, come nel mio caso, che si vincono 880mila euro’, ha tuonato Biagio ai microfoni de La Repubblica.

Vincitore continuerà a fare il parcheggiatore

La somma vinta, certamente, non è esigua ma è minore rispetto a quella indicata sul biglietto vincente. Finora Biagio e la figlia non hanno visto neanche un centesimo, anzi hanno dovuto spendere 500 euro per il trasporto del tagliando vincente da Pinerolo a Roma. Non solo: dovranno passare circa 3 mesi per incassare la somma.

A Biagio, dunque, non resta che continuare a fare il parcheggiatore davanti alla discoteca Zero Club di Pinerolo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *