Vuoi smettere di fumare e non ci riesci? Non è colpa tua ma dei geni

By | 5 dicembre 2017

Smettere di fumare non è semplice. Per molti è quasi impossibile. Perché molti riescono facilmente ad abbandonare il vizio del fumo ed altri no? Secondo alcuni ricercatori è questione di geni. La volontà di smettere non basta a tanti fumatori. Un’equipe di ricercatori dell’Istituto nazionale di tumori di Milano ha scoperto, mediante un prelievo di sangue, le peculiarità genetiche alla base dell’estrema difficoltà ad abbandonare il vizio del fumo.

Una radice genetica

La ricerca portata avanti a Milano è importante perché conferma che la difficoltà ad abbandonare le ‘bionde’ ha una radice genetica.

Grazie allo studio si potranno improntare strategie personalizzate per allontanare la deleteria assuefazione. Sarebbero variazioni genetiche alla base dell’impossibilità di lasciare le sigarette. Non solo: tali ‘poliformismi genetici’ risultano collegati al pericolo di diventare tabagisti.

Chi proprio non riesce ad abbandonare il vizio del fumo, insomma, non deve rammaricarsi più di tanto, perché è una questione di geni.

Terapia antifumo poco efficace

Gli scienziati dell’Istituto nazionale di Tumori di Milano ha scoperto anche che pochi tabagisti, dopo la terapia antifumo, riescono a dire addio alle ‘bionde’. La percentuale è pari al 47%.

Francesca Colombo, leader della ricerca, che le recenti risultanze costituiscono ‘il primo passo verso l’individuazione di un profilo genetico individuale, sulla base si potrà definire un percorso terapeutico di dissassuefazione dal fumo il più personalizzato possibile’.

Il gene che favorisce il vizio del fumo: lo studio nipponico

Se fumi e ti rendi conto che non riesci proprio a fare a meno delle sigarette, non ti devi preoccupare; non è colpa tua ma dei tuoi geni.

Già tempo fa, uno studio giapponese aveva dimostrato che certe persone hanno un gene che favorisce la dipendenza dal fumo e rende arduo abbandonare il vizio.

‘La prolungata presenza di nicotina nella circolazione può impedire ai soggetti con questo gene difettoso di allontanare la dipendenza dal fumo ogniqualvolta decidono di smettere’, aveva spiegato il dottor Hidetoshi Nakamura, dell’Università di Keio (Tokyo).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *