Curiosità

Casi di tumore al cervello in aumento: colpa dello smartphone?

Tumore al cervello dovuto ai cellulari?Sembra che tra i tumori che colpiscono maggiormente la popolazione mondiale ci sia quello al cervello. Secondo una recente indagine, in Inghilterra i casi sono addirittura raddoppiati in un decennio. La ricerca pubblicata sul prestigioso magazine Journal of Environmental and Public Health suggerisce che il tasso di glioblastoma è passato da 2,4 a 5 ogni 100mila persone tra il 1995 e il 2005. Gli esperti inglesi hanno indicato anche qualche possibile fattore che può essere alla base del forte incremento dei casi di tumore al cervello in Inghilterra.

Le possibili cause del tumore al cervello

Tra le probabili cause del boom di neoplasie al cervello potrebbero esserci l’utilizzo degli smartphone, l’inquinamento atmosferico e il consumo di composti radioattivi.

Comparando i dati relativi al 2015 con quelli del 1995, gli studiosi inglesi hanno scoperto che si sono registrati 1.548 tumori aggressivi in più ogni anno. Un dato allarmante.

Alasdair Philips, uno degli autori dello studio, ha precisato che l’indagine non si è concentrata sui possibili danni che gli smartphone possono causare al cervello: ‘Queste neoplasie si manifestano principalmente  nelle aree del lobo frontale e temporale, vicino all’orecchio e alla fronte’.

Tumori al cervello sono rari

Le parole del dottor Philips, amministratore di Children with cancer Uk, potrebbero far ipotizzare che i telefonini cellulari siano alla base dei tumori al cervello. Lo stesso ricercatore, però, ha esortato a non giungere a conclusioni affrettate: ‘Dal momento che i tumori cerebrali sono molto rari, il sospetto non dovrebbe destare particolare allarme, perché anche se l’uso del cellulare aumentasse il rischio di tumore al cervello, si tratterebbe di un rischio molto basso a livello individuale’.

La Brain Tumor Foundation canadese ha spiegato che il tumore al cervello rappresenta la principale causa di morte per cancro nei bimbi e ragazzi con meno di 20 anni e la terza causa nei giovani d’età compresa tra i 20 e i 39 anni.

Il dottor Lennart Hardell ha dimostrato con una minuziosa ricerca che il rischio di cancro al cervello aumenta con l’utilizzo degli smartphone. Lo studioso ha osservato che il pericolo cresce proporzionalmente all’utilizzo del telefonino. Le radiazioni, secondo lui, sono deleterie. Il rischio di ritrovarsi un cancro nel lato in cui si utilizza più spesso l’apparecchio aumenterebbe del 300%.

Un lupo travestito da pecora?

Molti definiscono lo smartphone ‘lupo travestito da pecora’ perché avrebbe causato tante morti. Tanta gente che il telefonino cellulare sia il principale responsabile del tumore al cervello.

John Coates, fondatore di RF Safe, ha detto: ‘Se queste supposizioni sono vere e le radiazioni dei cellulari sono pericolose e perfino mortali, potremmo trovarci a fronteggiare, tra 30 o 40 anni, un’epidemia di tumori a causa dell’espansione esplosiva dell’uso degli smartphone’.

Non ci sono tuttora prove scientifiche sul nesso tra utilizzo di smartphone e rischio di tumore al cervello. Per evitare rischi, però, tali apparecchi dovrebbero usati giudiziosamente.

RF Safe ha fornito alcuni consigli per evitare l’eccessiva esposizione alle radiazioni degli smartphone, come sostituire l’auricolare vivavoce in dotazione col cellulare con una cuffia RF Safe Air-Tube.

Il parere di John Bucher

Diversi studi non sono riusciti a trovare il collegamento tra radiazioni dei telefonini e il pericolo di cancro al cervello; altri invece sostengono il contrario. A chi dare ragione? Sul tema c’è molta confusione e, certamente, le domande sono più delle risposte.

John Bucher, uno scienziato di fama mondiale, ha condotto diverse ricerche sui possibili effetti letali dei telefonini e, recentemente, ha detto: ‘Non ho cambiato il modo in cui utilizzo uno smartphone’. A buon intenditor poche parole.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.