Massa: 16enne in fin di vita dopo agguato baby gang, tre arresti

0

Un 16enne è in fin di vita dopo aver subito violenze da parte di una baby gang. E’ successo a Marina di Massa, in Toscana e  tre ragazzi sono stati arrestati, due minorenni e un maggiorenne.

Il 16enne aggredito è in fin di vita

Il 16enne aggredito è stato lasciato, dopo l’aggressione, in fin di vita dai suoi aggressori e solo grazie ad una sua telefonata ai genitori si è salvato. E’ successo durante le feste di Natale a Marina di Massa e secondo quanto riportato da ilmessaggero.it, la baby gang è stata individuata dagli agenti di polizia che ne hanno eseguito l’arresto.

In manette sono finiti tre giovani, dei quali due minorenni e uno maggiorenne, che è stato trasferito e recluso all’interno del carcere minorile di Torino. Gli agenti di polizia hanno potuto ricostruire gli attimi dell’aggressione grazie ad alcuni video delle telecamere di sorveglianza.

La ricostruzione delle fasi dell’aggressione

La ricostruzione delle fasi dell’aggressione, come detto, è stata resa possibile grazie ad alcuni video delle telecamere di sorveglianza istallate nei pressi del parco pubblico nel quale il 16enne è stato attirato dalla baby gang. Dalla testimonianza del giovane, l’aggressione sarebbe stata innescata dal suo interessamento alla sorella di uno dei tre aggressori. Con una scusa, questi hanno attirato il giovane e nel parchetto e dopo alcuni scambi di battute si sono letteralmente avventati sul giovane.

La baby gang ha colpito il 16enne con calci e pugni, ferendolo quasi a morte con una lama da temperino che gli ha causato un taglio in gola di quasi 10 cm. Il ragazzo, rimasto disteso sul pavimento, ha avuto la forza di allertare i genitori che lo hanno raggiunto nell’immediato e portato in ospedale per le cure del caso. Invece, a Roma un ladro è morto dopo essere stato inseguito dalla polizia e ad Ariccia è stato scoperto un nuovo asilo degli orrori.

Leggi anche le altre Notizie di attualità e curiosità di ZZ7 anche su Google News e premi la Stellina cliccando QUI sotto per seguire le News.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.