Curiosità

Robin Williams paranoico e vittima degli attacchi di panico, l’attesa biografia

Robin Williams paranoico prima di morire: l'attesissima biografiaUna star, la depressione e gli attacchi di panico. Succede spesso agli attori famosi di lottare contro i loro demoni. E spesso perdono. Ecco, Robin Williams era famoso, ricco e talentuoso ma non riusciva a trovare la pace. Prima di morire, prima di suicidarsi nella sua lussuosa casa, aveva problemi, tanti problemi. Ovviamente non economici. Lo racconta un nuovo e controverso libro che fa luce sulla morte dell’attore de ‘L’attimo fuggente’.

Il libro di Dave Itzkoff

Sta per uscire l’attesissima biografia di Robin Williams scritta dal romanziere Dave Itzkoff, che narra le battaglie private dell’attore, scomparso nell’agosto di 4 anni fa, all’età di 63 anni.

Lo scrittore menziona alcuni cari amici di Williams, che gli hanno rivelato alcuni dettagli sulla vita privata della star. Il vincitore dell’Oscar era tormentato dietro le quinte ed aveva tanti problemi esistenziali. Tutto ciò aveva una causa. L’attore aveva iniziato a perdere la memoria per colpa di una terribile malattia neurodegenerativa e non riusciva più a ricordare le battute.  Uno smacco forte per un attore di tale calibro.

Cheri Minns ricorda il collega Robin Williams

La truccatrice Cheri Minns, collega e amica di Robin Williams, ha confessato che l’attore sarebbe scoppiato in lacrime ed avrebbe ammesso il suo disagio durante le riprese del film ‘Night At The Museum: Secret of The  Tomb’.

“Singhiozzava tra le mie braccia alla fine di ogni giorno. Era orribile, orribile. Di notte ero sul mio computer e cercavo risposte alla domanda ‘come affrontare un paranoico’ per non dire cose sbagliate. Ho detto alla sua gente: ‘Sono una truccatrice, non so come gestire ciò che gli sta accadendo'”, ha dichiarato la Minns.  Dopo qualche mese, nel maggio del 2014, all’attore era stato diagnosticato il morbo di Parkinson.

Non riusciva più a trovare le parole

Susan Schneider, terza moglie dell’attore di ‘Mrs Doubtfire’, ha descritto i sintomi di Robin Williams in un articolo pubblicato sul magazine medico Neurology. La Schneider ha ricordato che Robin ‘aveva un’andatura lenta e strascicata, odiava il fatto che non riuscisse a trovare le parole che voleva nelle conversazioni’.

La terza moglie della star ha parlato degli innumerevoli problemi del marito. Sembra che Robin soffrisse soprattutto per i vuoti di memoria e per l’incremento dell’ansia, che erano diventati devastanti per lui.

‘Robin soffriva di stitichezza, difficoltà urinaria, bruciore di stomaco, insonnia e molto stress’, ha scritto la Schneider nell’articolo pubblicato su Neurology. La rivelazione di tali dettagli non è piaciuta ai parenti del celebre attore, secondo cui ‘non c’era alcun motivo per rivelare ogni dettaglio. Non sarebbe mai stato d’accordo, si sta rivoltando nella tomba proprio ora’.

L’emozionante racconto di un utente di Reddit

Robin Williams era un uomo immenso, non solo un comico e attore esemplare. Vogliamo terminare questo articolo con un aneddoto pubblicato da un ragazzo su Reddit poco dopo la morte dell’attore. L’internauta non dimenticherà mai il gesto di umanità di Robin in una notte triste. Suo padre aveva perso entrambi i genitori in modo orribile e si era voluto recare in un negozio di ciambelle per distrarsi un po’. In quel negozio di ciambelle c’era anche Robin Williams.

Il Redditor ricorda che l’attore rimase colpito dalla tristezza del padre e della madre e fece il possibile per farli ridere. ‘Non saprei dirvi perché si erano messi a ridere, ma ricordo di aver visto i miei genitori ridere per la prima volta da settimane. Mio padre aveva sempre  ricordato con affetto tale episodio. Diceva che era quello di cui aveva esattamente bisogno in quel momento e che apprezzava il modo in cui Robin Williams lo faceva. In quel momento Robin non era una celebrità, era solo un bravo ragazzo che aveva visto un gruppo di persone tristi e si era reso contro che avrebbe potuto fare la differenza. E l’aveva fatta’, ha scritto l’utente di Reddit.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.