Uova fanno bene o male? Ecco perché consumarle

By | 8 maggio 2018

Uova fanno male? SbagliatoC’è chi consuma poche uova su prescrizione del medico e chi ne mangia molte. Il motivo per cui molte persone non mangiano uova è l’elevato contenuto di colesterolo. Altre invece ne consumano molte perché lo reputano l’alimento più nutriente del pianeta. Chi ha ragione? Beh, anticipando le conclusioni, ogni visione è giusta e sbagliata. Vediamo perché.

Fonti di nutrienti

Sebbene l’elevato contenuto in colesterolo, è innegabile il grande apporto nutritivo che conferisce l’uovo. Le uova di gallina, quelle che generalmente si trovano sui banconi dei supermarket e quindi le più consumate, sono delle vere sorgenti di nutrienti. E’ indiscutibile.

Le uova forniscono all’organismo tante proteine, tra l’altro di estrema qualità. Mangiare uova significa introdurre nel corpo minerali e vitamine come la vitamina A, l’acido folico, la riboflavina, la colina, il ferro, le vitamine B6 e B12, potassio, calcio e fosforo.

Fare a meno delle uova significa scansare alimenti che costano poco ma contengono tante proteine. Non bisogna dimenticare, inoltre, che i lipidi derivanti dalle uova sono rappresentati solo per il 65% dai trigliceridi. Tale alimento contiene anche molti fosfolipidi e lecitine, sostanze che apportano numerosi benefici all’organismo umano.

Uova vengono digerite prima della carne

L’unica pecca dell’uovo è l’elevata quantità di colesterolo. Pensate che se si consumano 2 sole uova si supera il fabbisogno giornaliero, pari a 300 mg. E’ doveroso precisare, però, che la presenza delle lecitine migliora l’attività del colesterolo buono e velocizza la digestione dell’alimento. Le uova inoltre sviluppano le performance cognitive.

Per digerire una porzione di carne lo stomaco impiega mediamente 3 ore; per digerire 2 uova alla coque, invece, non ci vogliono nemmeno 2 ore. Le uova battono la carne, insomma, sul versante della digeribilità.

In passato si era diffusa la voce del legame tra consumo di uova e morte precoce per patologie cardiovascolari. Un recente studio ha smentito tale indiscrezione, dimostrando che l’assunzione moderata di tale alimento non è associata a nessun rischio di patologie cardiache o morte. L’unica eccezione riguarda i diabetici.

Uova fanno ingrassare?

Per anni le uova sono state accantonate dalle persone a dieta perché ritenute alimenti ‘ingrassanti’. C’è qualcosa di vero dietro tali atteggiamenti? Chi sta alla larga dalle uova perché le reputa alimenti calorici, quindi dannosi per la linea, sbaglia di grosso.

Un uovo di medie dimensioni contiene circa 90 calorie, provenienti essenzialmente da proteine di qualità, importanti anche per chi segue regimi dietetici restrittivi. Quello a cui bisogna fare attenzione è la cottura. Un uovo sodo è estremamente salutare e poco calorico. Le uova fritte e le frittate sono ovviamente più caloriche, ed è per questo che hanno più estimatori.

Quante uova mangiare nell’arco della settimana? Quattro, dicono medici e nutrizionisti, cercando di intervallarle con altri alimenti proteici come  carne magra e pesce.

Sia le persone in salute e normopeso che quelle che hanno bisogno di perdere qualche chilo non devono privarsi delle uova. Ovviamente il consumo delle uova deve essere moderato perché, come detto, sono alimenti ricchi di colesterolo. E’ vero dunque che le uova fanno ingrassare? Assolutamente no, purché il consumo sia parsimonioso. Occhio poi alla cottura: largo specialmente all’uovo sodo e in camicia.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *