Biosphera 2.0: Casa per il Benessere Dell’uomo, Massimo Rispetto Ambiente

By | 5 marzo 2016

Biosphera 2.0: Benessere Uomo al TopLa casa del futuro si chiamerà Biosphera 2.0? Forse. Si tratta di una piccola casa dotata di tutto ciò che serve all’uomo e, ovviamente, rispettosa dell’ambiente

 

Il progetto Biosphera 2.0 è un’idea di Aktivhaus, sviluppata dall’Università della Valle d’Aosta e dal Politecnico di Torino, e presentata recentemente a Courmayeur. La casa last generation è in fase di sperimentazione. Il CEO di Aktivhaus, Mirko Taglietti, ha dichiarato:

“E’ un organismo nato per proteggere l’individuo che lo abita. Sarà osservato il benessere che deriva da vari parametri fisici”.

La casa itinerante verrà sperimentata sia in luoghi freddissimi che caldissimi per scoprire gli effetti sulle persone che vi abitano. Per attuare il progetto, a cui lavorano 30 ricercatori, sono serviti 250.000 euro. Uno degli studiosi impegnati in Biosphera 2.0, Giuseppe Barbiero, ha spiegato:

“L’aspetto più innovativo è la cura delle biofilia, ovvero il rapporto tra uomo e contesto esterno. La sperimentazione, infatti, si propone di studiare l’intelligenza naturalistica dell’abitante del modulo e di calibrare i valori per raggiungere il massimo benessere“.

Il modulo abitativo in via di sperimentazione è veramente eccezionale perché non ricorre a fonti energetiche esterne. La temperatura all’interno della casa innovativa oscilla tra i 25°C in estate e i 21°C in inverno. Mirko Taglietti ha spiegato a tal proposito:

“In caso la temperatura si abbassasse sarà possibile usare il corpo umano per uno scambio di energia e con un’ora di cyclette si può alzare di due gradi”.

Biosphera 2.0 è una casa che punta essenzialmente sul benessere dell’uomo, in ogni stagione. Durante la sperimentazione, la casa si troverà in diverse location italiane, come Aosta e Rimini, e gli inquilini potranno verificare il comfort all’interno. Biosphera 2.0 è una casa realizzata prevalentemente con il legno ed in grado di soddisfare autonomamente le esigenze di chi la abita. Certamente è una struttura che rispetta lo standard richiesto dall’Ue, per il 2020, di manufatto a energia quasi zero.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *