Amos Oz, morto lo scrittore israeliano: aveva 79 anni

0
amos-oz-morto-scrittore-israeliano-79-anni

E’ morto, all’età di 79 anni, Amos Oz. Lo scrittore israeliano e docente di letteratura ebraica all’Università Ben Gurion del Negev era diventato celebre per i suoi romanzi, all’interno dei quali aveva parlato della sua famiglia e della vicenda storica del popolo d’Israele. Lo scrittore ha ottenuto, in vita, numerosi riconoscimenti, nonostante le proteste della destra israeliana, e aveva sempre sostenuto la “soluzione dei due stati”, nell’ambito del conflitto arabo-israeliano.

L’adolescenza di Amos Oz e il cambiamento del cognome

Amos Oz è stato segnato fin dall’adolescenza dalle vicende familiari, che l’hanno portato a un grande cambiamento e al maturare dei suoi ideali. Il suicidio della madre e la militanza del padre all’interno della destra ebraica l’hanno portato a rifiutare l’atmosfera in cui viveva.

Da adolescente è entrato all’interno del kibbutz Hulda e ha cambiato il suo cognome da Klausner a Oz, che in israeliano significa “forza”. Negli anni Sessanta ha aderito al movimento Shalōm ‘akhshāv (Pace ora), insieme ad altri intellettuali e scrittori come David Grossman. 

La vicenda storica di Israele attraverso i suoi romanzi

All’interno dei suoi numerosi romanzi Amos Oz ha parlato di famiglia, ma soprattutto ha potuto offrire un quadro dettagliato della vicenda storica del suo paese.

Dalla narrazione dei primi anni dello Stato d’Israele e della fine del Mandato britannico (all’interno di Una storia d’amore e di tenebra), fino agli anni Cinquanta e Sessanta raccontati in Michael Mio, in cui si narra della situazione di crescente tensione all’interno dal paese che si riflette nel rapporto tra un uomo e una donna.

I numerosi riconoscimenti ottenuti in vita

Per il suo contributo alla letteratura Amos Oz ha ottenuto numerosi riconoscimenti in vita, nonostante l’ostilità e la polemica della destra israeliana. Tra i riconoscimenti ottenuti il premio Bialik (1986), il Prix Femina (Parigi, 1989) e il premio Israele (1998). E ancora, il Premio Príncipe de Asturias de las Letras e il premio Fondazione Carical Grinzane per la cultura mediterranea nel 2007.

Leggi anche le altre Notizie di attualità e curiosità di ZZ7 anche su Google News e premi la Stellina cliccando QUI sotto per seguire le News.

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.