La leggenda del filo rosso: storie di innamorati e anime gemelle sconosciute

0

La leggenda del filo rosso unisce le anime gemelle per sempre, anche quelle che ancora non sanno di essere predestinate. Ma da dove arriva la leggenda del filo rosso? Da quale cultura arriva? Scopriamolo insieme.

La leggenda del filo rosso nasce in oriente

La leggenda del filo rosso o il filo rosso del destino nasce in oriente. La leggenda nasce in Cina, ma presto si diffonde anche in Giappone. La tradizione popolare narra che ognuno, sin dalla nascita nasce con un filo rosso legato al mignolo della mano sinistra. Questo filo legherebbe due persone destinate a essere anime gemelle.

Non si sa bene il luogo e il tempo nelle quali le due persone legate dal filo rosso si incontrino, ma secondo la leggenda queste due sono destinate prima a incontrarsi e poi a sposarsi. La leggenda nasce dal signor Wei, un orfano che desiderava molto costruirsi una famiglia.

Un giorno incontrò un saggio, il quale gli rivelò che avrebbe dovuto aspettare ben 14 anni prima di sposarsi poiché quella che era la sua anima gemella aveva in quel momento solo tre anni. Il vecchio aveva con sé un sacco e Wei, curioso, gli chiese cosa contenesse. Il saggio disse che il sacco conteneva il filo rosso che avrebbe legato lui e la sua anima a quella della sua futura moglie e Wei non volle credergli.

Stizzito dalle parole del vecchio saggio, Wei ordino di far uccidere la bambina, ma il suo assalitore non ci riuscì e la ferì solo. Passarono 14 anni e Wei conobbe una giovane donna alla quale chiese la mano. I due si sposarono e Wei non poté fare a meno di chiedere alla donna perché avesse sempre coperta una parte della fronte. La 17enne gli confidò che in passato cercarono di ucciderla e vergognandosi per la cicatrice provocata dall’arma aveva deciso di tenerla nascosta.

Wei collegò subito che quella ragazza era la bambina che il vecchio saggio gli aveva indicato come anima gemella e, preso dal rimorso e dalla tristezza, decise di raccontarle tutto. La giovane non scappò, anzi apprezzò ancora di più l’onesta del marito. I due si amarono ancora di più e il loro legame divento indissolubile.

L’anima gemella arriva quando meno te l’aspetti

L’anima gemella arriva quando meno te l’aspetti e non si sa di preciso chi è, che cosa faccia o dove abiti. La leggenda del filo rosso non ci da delle vere proprie indicazioni o degli indizi precisi, ma dobbiamo solo credere nel fatto che prima o poi il vero amore si incontrerà. Ma come facciamo a sapere se si tratti di vero amore?

Molti si chiedono come facciano a riconoscere la vera anima gemella legata alla propria persona grazie al filo rosso. Si deve ascoltare la propria anima. La persona a te destinata ti fa sorridere, tranquillizzare, ti fa sentire protetta. Il senso di appartenenza è molto forte e in noi nasce l’istinto di protezione e la voglia irrefrenabile di contatto con l’altra persona.

La parola d’ordine è pazienza

La parola d’ordine è pazienza. Per tutte quelle anime che si sentono sole o che aspettano l’amore della vita bisogna solo avere pazienza. Il filo rosso è indistruttibile, quindi non importa se passano pochi mesi o anni, la nostra anima gemella, legata ben stretta a noi con il filo rosso, è lì fuori, da qualche parte, ad aspettarci. Non sappiamo come, dove e in quale periodo, ma dobbiamo solo crederci e tutto il resto, così come stato deciso dal destino verrà da sé.

Piperina e Curcuma in OFFERTA, Pagamento alla consegna GRATIS

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.