Anneliese Michel posseduta dal demonio? Ispirò ‘The Exorcism of Emily Rose’

By | 24 agosto 2017

Anneliese Michel era veramente indemoniata? Dubbi ancora oggiAnneliese Michel, una donna tedesca, morì nel 1976. Una vita curiosa e inquietante quella di Anneliese, che ispirò anche il film horror ‘The Exorcism of Emily Rose’. Spesso si torna a parlare di questo caso di cronaca nera perché, dopo tanti anni, presenta ancora molti punti poco chiari. Sul web si possono notare molte foto agghiaccianti della piccola Anneliese durante gli esorcismi. Sì perché i genitori credevano che fosse indemoniata e, a un certo punto decisero di chiamare gli esorcisti. La domanda che molti si pongono, ancora oggi, è: Anneliese Michel era veramente posseduta dal demonio? ‘The Exorcism of Emily Rose’ è una pellicola uscita nel 2005  e si ispira alla la storia della 23enne Michel, una storia veramente inquietante. La giovane apparteneva a una famiglia cattolica, che le imponeva uno stile di vita molto rigoroso. A un certo punto la ragazza iniziò a soffrire la pesante iconografia religiosa che le veniva imposta dai genitori, comportandosi in modo strano; ad esempio leccava urina, sul pavimento, e mangiava carbone e insetti.

Allucinazioni o possessione demoniaca?

Allucinazioni, schizofrenia o possessione demoniaca? Ancora oggi non si conosce il motivo per cui Anneliese Michel assunse quegli strani e terrificanti atteggiamenti. A 16 anni le prime strane azioni. Cadde in trance a scuola e in altre occasioni. I genitori la fecero visitare da un medico, ma questo non notò nulla di strano. Durante lo sviluppo la ragazza venne colpito da crisi epilettiche, che i farmaci non riuscirono a bloccare. Nonostante ciò, la Michel proseguì gli studi e si laureò.

Nel 1973, durante le preghiere, Annaliese ebbe allucinazioni. Credette di essere posseduta da qualche demone. Il suo diventò un caso molto difficile da trattare. Né i medici, né i preti sapevano curarla. Alla fine, il padre e la madre della ragazza chiamarono gli esorcisti, anche per la sua intervenuta avversione agli oggetti religiosi.

Cicli di esorcismo da 67 ore

Nell’arco di 10 mesi, Anneliese venne sottoposta a cicli di esorcismo da 67 ore, durante i quali i sacerdoti tentarono di far uscire dal suo corpo sei demoni. La povera Anneliese venne letteralmente martirizzata durante gli esorcismi. Molti sostengono che la donna fosse stata anche incatenata. Dopo la sua morte, avvenuta nel 1976, venne eseguita l’autopsia sul suo corpo. I medici notarono denti rotti, occhi neri e arti bruciati. Quegli esorcisti l’avevano letteralmente massacrata.

Nel 1978, i genitori di Anneliese e gli esorcisti sono stati condannati per omicidio e finiti in carcere. Il dubbio comunque resta. Perché la Michel era così strana? Malattia mentale o possessione?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.