Arabi investono in Sicilia: 30 milioni di euro per restauro monumenti

By | 8 maggio 2016

Se la Sicilia non va a Maometto, gli arabi vanno in Sicilia. Battute a parte, è notizia delle ultime ore quella di un mega investimento in Sicilia da parte dell’Arabia Saudita

 

 

Tutto è nato all’Expo, quando l’imprenditore siciliano Gioacchino Arena e l’archeologo Pierluigi Bonanno incontrarono alcuni rappresentanti arabi e si accordarono per l’export di olio siciliano in Arabia. Adesso l’Arabia Saudita vuole stupire i siciliani con un maxi investimento: 30 milioni di euro destinati al restauro di antichi monumenti legati alla cultura araba, presenti nelle zone comprese tra i comuni di Piazza Armerina, Aidone, e Valguarnera. In tali aree vi sono certamente molti reperti permeati dalla cultura araba. Pare che la denominazione Aidone derivi proprio da Ayn dun, che in arabo significa “fonte d’acqua”. In tale zona gli arabi edificarono diverse moschee, poi convertite in chiese cristiane. L’accordo che contempla l’investimento arabo in Sicilia è stato siglato da Ahmed Saeed Badrais, referente del principe Sultan Bin Salman bin Abdulaziz Al Saud, e il sindaco di Aidone Vincenzo Lacchiana.

Lo scopo dell’investimento è favorire la conoscenza della cultura islamica in Sicilia mediante il restauro delle moschee e l’edificazione di nuovi edifici. Il primo cittadino di Aidone ha dichiarato:

“I fondi serviranno per una serie di investimenti sul territorio, per valorizzare alcuni monumenti che in questo momento hanno bisogno di urgenti interventi di ristrutturazione. Dobbiamo cercare di mettere insieme le nostre esigenze e quelle dei sauditi che nutrono particolare interesse per il nostro territorio, grazie anche alla storia della nostra isola, che è stata caratterizzata dalla dominazione araba”.

I rappresentanti dell’Arabia Saudita hanno già visitato molti monumenti che necessitano di un urgente ripristino perché in condizioni pietose, come il Castellaccio. Il sindaco di Aidone ha aggiunto:

“Tutta l’operazione è sia di carattere culturale che economico. C’è massima convinzione per arrivare alla meta. Il progetto è una vera opportunità per tutto il nostro territorio… C’è l’interesse da parte degli arabi ad avere qui, in quest’area, una presenza turistica ed anche universitaria”.

loading...

Una bella occasione per i siciliani, che si gioveranno dell’aiuto economico degli arabi per far risplendere monumenti stupendi che hanno un immenso valore storico, culturale e artistico.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *