Assume ansiolitici e muore: Lucy Curran 16enne solare e simpatica

By | 11 aprile 2018

lucy-curran-morte-ansioliticiLucy Curran aveva solo 16 anni ma assumeva spesso ansiolitici per tenere a bada l’agitazione. La ragazza scozzese era finita in ospedale, lo scorso febbraio, dopo l’assunzione di farmaci contro l’ansia e, poco dopo, è deceduta. La morte è sopraggiunta anche se i medici si erano prodigati per salvarla. Il decesso della studentessa del St Ninian’s High School è certamente correlata agli ansiolitici. Adesso molti attivisti scozzesi reclamano provvedimenti sulle prescrizioni delle pillole beta-bloccanti.

Single By Sunday in concerto per Lucy

Morire a 16 anni per gli ansiolitici. La notizia della morte di Lucy è arrivata come un fulmine a ciel sereno. Sul web sono stati postati moltissimi messaggi di cordoglio per il trapasso della sorridente e gioiosa ragazzina di Giffnock, nell’East Renfrewshire. Gli amici hanno descritto Lucy come ‘una delle persone più simpatiche’ di sempre.

I componenti della band musicale di Glasgow Single By Sunday, amici della 16enne, si sono esibiti la scorsa notte in un concerto di beneficenza al nightclub del Garage’ Glasgow per commemorarla. Un centinaio di artisti si sono esibiti, in occasione dell’evento in onore della 16enne uccisa dagli ansiolitici. Il ricavato è stato devoluto, su richiesta dei familiari di Lucy, all’associazione caritatevole di musicoterapia Nordoff Robbins.

Ailsa Campbell, una delle più care amiche della Curran, ha twittato: ‘Grazie mille per stasera a tutte le band e ovviamente alla scuola di danza di Lucy. Tutto è stato così meraviglioso. Stanotte è stata per te, amica mia. Mi manchi e mi manchi ogni giorno’.

Ha voluto esprimere un ringraziamento sui social anche il gruppo musicale Single By Sunday: ‘Grazie per stasera! Avete reso orgogliosa Lucy. Lei avrebbe amato ogni minuto. Grazie mille dal profondo dei nostri cuori’.

La 16enne frequentava una scuola di danza

La comunità locale è rimasta scioccata dalla morte di Lucy. I poliziotti scozzesi hanno affermato che un dossier sulla triste vicenda sarà inviato ai pubblici ministeri.

Josh Ladds, componente dei Single By Sunday, ha detto: ‘Stasera era così speciale. Ti amo Lucy. Stasera era tutto su di te’. La band poi ha scritto su Twitter: ‘Ci sentiamo come se avessimo perso una sorella oggi. Abbiamo anche perso un fan della band. Lucy era una delle persone più simpatiche, così uniche. Una persona così gentile. Ti ameremo per sempre’.

Desolata anche Samantha Colhoun, membro della scuola di danza frequentata dalla vittima: ‘Siamo completamente devastati nel sentire la tragica morte di uno dei nostri giovani studenti di danza. I nostri pensieri e le più sentite condoglianze alla tua famiglia e ai tuoi amici in questo momento difficile. Balla in alto con gli angeli Lucy’.

Secondo una portavoce della Polizia gli agenti erano stati avvertiti delle pessime condizioni di salute della 16enne residente nell’area di Giffnock, poi morta all’ospedale: ‘La morte viene trattata come non sospetta. Un rapporto verrà trasmesso al procuratore fiscale’.

Ansiolitici pericolosi: rischio morte prematura

Massima attenzione quando si assumono ansiolitici. Lucy ha pagato con la vita la disattenzione in sede di assunzione di tali farmaci. Alcunu studiosi dell’Università di Warwick hanno scoperto che l’assunzione di tale tipologia di farmaci aumenta del doppio il rischio di morte prematura.

‘Il messaggio chiave qui è che dovremmo davvero usare questi farmaci con maggiore attenzione. Questo messaggio si basa su un crescente corpo di evidenze che suggeriscono che i loro effetti collaterali sono significativi e pericolosi. Dobbiamo fare tutto il possibile per ridurre al minimo la dipendenza da ansiolitici e sonniferi’, aveva argomentato Scott Weich, docente di Psichiatria all’Università di Warwick.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.