Cronaca

Attacco informatico in 99 nazioni, hacker colpiscono anche Renault

Attacco informatico contro 99 nazioni: Sanità britannica in ginocchioE’ certamente di enormi proporzioni l’attacco informatico sferrato dagli hacker in 99 nazioni, tra cui la Francia e la Gran Bretagna. Sembrerebbe però che proprio in quest’ultima nazione i pirati informatici abbiano creato più problemi. Europol ha definito l’attacco informatico delle ultime ore un’offensiva senza precedenti, che dovrà essere senza dubbio al centro di accertamenti internazionali. Europol ha affermato, inoltre, che sta facendo il possibile per aiutare le nazioni colpite da #ransomware. Un’incursione informatica devastante, insomma, quella delle ultime ore.

Chi ha sferrato l’attacco informatico?

Amber Rudd, ministro dell’Interno inglese, ha affermato durante un’intervista alla BBC radio, che non si conosce chi ha sferrato l’attacco informatico. Il virus ‘Wannacry’ ha letteralmente ‘paralizzato’ i computer degli ospedali e di tutte le strutture sanitarie inglesi. Fuori uso anche i server della telco spagnola telefonica. Sugli schermi dei pc è apparsa improvvisamente la seguente scritta: ‘I tuoi dati saranno perduti per sempre se non paghi un riscatto di 300 dollari’. La Rudd ha assicurato che, per contenere i disagi provocati dal blitz degli hacker, il National Cyber Security Center sta collaborando con il Servizio sanitario nazionale.

Il ministro dell’Interno inglese invita a non pagare il riscatto

Il ministro dell’Interno inglese ha chiesto agli ospedali messi in ginocchio dai pirati informatici di non pagare assolutamente il riscatto, raccomandando altresì a tutte le strutture sanitarie di aggiornare i loro sistemi informatici per ostacolare gli hacker. Sembra che i pirati informatici non si siano impossessati dei dati dei pazienti ma per i medici inglesi, comunque, questa è una giornata nera: hanno dovuto rinviare molti appuntamenti e, addirittura, interventi chirurgici. Molte ambulanze, a causa dei sistema informatici bloccati, sono state inviate in luoghi diversi da quelli in cui si dovevano recare.

Molte aziende, anche importanti, hanno riscontrati problemi dopo la maxi scorribanda informatica. Nissan, celebre azienda automobilistica giapponese, ha reso noto che l’impianto di Sunderland è stato bersagliato dal virus informatico. ‘Le nostre squadre sono al lavoro per risolvere la questione’, ha affermato un portavoce del colosso nipponico.

Renault: ‘Siamo stati colpiti’

L’attacco informatico ha interessato anche la Francia, precisamente la Renault, che ha confermato di essere stata presa di mira dagli hacker. Un portavoce del primo costruttore francese di automobili ha affermato: ‘Siamo stati colpiti’. Molti esperti sono al lavoro da ieri per risolvere le problematiche causate alle Renault dai pirati informatici. Molti Paesi, insomma, sono stati messi in ginocchio dagli hacker. La BBC online ha evidenziato che quello delle ultime ore è decisamente un attacco informatico di rilevanza mondiale perché ha interessato tante nazioni, Russia e Cina comprese. I siti più colpiti, però, sarebbero quelli riconducibili alla Sanità britannica.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.