Bindi da uccidere per De Luca: parole scioccanti a Matrix

By | 17 novembre 2016

Il governatore della Campania, Vincenzo De Luca, ha attaccato duramente Rosy Bindi durante un’intervista a Matrix. De Luca, senza giri di parole, ha detto che la Bindi sarebbe da uccidere per quello che gli ha fatto. E’ ancora molto irritato, De Luca, per l’atteggiamento della Bindi e non nasconde certamente la sua rabbia. Lo sa bene anche Nicola Porro, presentatore di Matrix.

Vincenzo De Luca è indignato ancora

Vincenzo De Luca ha affermato che la Bindi sarebbe da uccidere perché ‘quello che fece è stata una cosa infame’. Il presidente della Regione Campania si è riferito all’iscrizione del suo nome nell’elenco degli ‘impresentabili’ quando mancava pochissimo alle elezioni regionali. Ad iscrivere il nome di De Luca nella lista fu proprio il presidente della Commissione parlamentare antimafia, ovvero Rosy Bindi. Il nome del governatore campano finì nell’elenco per una condanna emessa in primo grado. Successivamente De Luca è stato assolto. A Vincenzo non è proprio piaciuto il comportamento di Rosy e, ancora oggi, è indignato. Il presidente della Regione Campania ha sottolineato a Matrix che finire nella lista gli ‘impresentabili’ gli ha fatto perdere circa l’1,5/2% dei voti. De Luca bolla la scelta della Bindi tra gli ‘atti di delinquenza politica’ perché non si tratta di azioni fondate sulla moralità ma sulla voglia di attaccare a tutti i costi il governo Renzi.

Laura Boldrini esprime solidarietà alla Bindi

De Luca venne condannato in primo grado e poi assolto ‘perché il fatto non sussiste’ per il caso Sea Park, il parco acquatico mai realizzato a Salerno. L’anno scorso l’esponente dem aveva denunciato Rosy Bindi, definendo ‘infame ed eversiva’ la sua azione. La querela venne poi archiviata dal gip di Roma. Il governatore campano aveva detto che nella lista degli ‘impresentabili’ vanno inseriti solo i condannati in via definitiva, non soggetti come lui, ovvero coloro che ‘stanno sullo stomaco a qualcuno’. L’atteggiamento e le parole proferite da De Luca a Matrix non sono state gradite da molti colleghi. Il presidente della Camera Laura Boldrini, ad esempio, si è subito schierata con la Bindi ed ha definito ‘inaccettabili’ i termini di De Luca. Anche la dem Deborah Serracchiani ha invitato il compagno di partito a chiedere al più presto scusa al presidente della Commissione parlamentare antimafia. Lorenzo Guerini ha affermato che le parole dette a Matrix dal governatore campano sono ingiustificabili. Rosy Bindi ha ringraziato su Twitter i colleghi per la solidarietà.

Piero Grasso: ‘De Luca ha imitato Crozza’

L’uscita di De Luca a Matrix è stata bocciata nettamente sia dalla maggioranza che dalla minoranza del Pd. Tutti in coro hanno chiesto al presidente della Regione Campania di chiedere scusa alla Bindi. Il presidente del Senato Piero Grasso ha detto che De Luca si è mostrato saccente e inconsapevole in tv, imitando il ritratto umoristico che, regolarmente, offre Crozza su La 7. Grasso ha poi sottolineato che mai avrebbe pensato di ascoltare anche in politica termini che, solitamente, udiva quando era procuratore antimafia. Per lui un rappresentante delle istituzioni non deve assolutamente pensare e proferire parole del genere. Intanto su Twitter piovono commenti al vetriolo contro il governatore. Lo stesso scrittore Roberto Saviano ha parlato di parole ‘mafiose’.

Indignato che il M5S per le parole di Vincenzo De Luca. Il deputato Francesco D’Uva ha detto che la decisione di iscrivere il suo nome nella lista degli ‘impresentabili’ venne presa in modo collegiale. Il vicepresidente della Commissione Antimafia, Claudio Fava, ha affermato che De Luca parla ‘come un camorrista’.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *