Botulino nelle cime di rapa ‘Gusto del Salento’, pericolo grave intossicazione

By | 12 ottobre 2017

Allerta botulino nelle cime di rapa prodotte in PugliaIl Ministero della Salute, negli ultimi tempi, sta lanciando numerosi avvisi relativi agli alimenti pericolosi, ovvero contenenti batteri in grado di provocare gravi infezioni e malattie. L’allerta, adesso, riguarda le cime di rapa ‘Gusto del Salento’, prodotte da una ditta pugliese, poiché conterrebbero tracce di botulino. Il Ministero, mediante il suo sito web, ha invitato a non acquistare e consumare il prodotto contenuto nel vasetto di vetro: ‘Caso confermato di botulismo alimentare a seguito di consumo di cime di rape al naturale’. Il ritiro dal commercio concerne le cime di rapa ‘Gusto del Salento’ nel vasetto di vetro da 400 grammi. Puntuale come sempre, l’associazione ‘Sportello dei diritti’ ha esortato gli italiani a non consumare tale prodotto perché il rischio intossicazione è elevato. La tossina botulinica è minacciosa e tale da provocare intossicazione alimentare: è una sostanza veramente deleteria. Consumare alimenti contenenti la tossina botulinica causa il botulismo, ovvero un’infezione gravissima. A ravvisare il caso di ‘sospetto botulismo’ nelle cime di rapa ‘Gusto del Salento’ è stato il Servizio Igiene degli Alimenti e della Nutrizione Area Sud della Asl di Lecce.

Il malore di un salentino residente a Modena

La segnalazione del botulino nelle cime di rapa, a Lecce, risale allo scorso 9 ottobre 2017, quando una persona salentina ma residente a Modena aveva accusato uno strano malessere. Nel comunicato dell’Asl si legge: ‘L’Azienda sanitaria ha rintracciato il prodotto (contenuto in una confezione aperta, recisamente lotto RN 3817 scadenza 15/10/2019 ) e lo ha inviato all’Istituto Superiore della Sanità, Centro Nazionale di Riferimento per il Botulismo a Roma’. 

Ieri mattina il Ministero della Salute ha confermato la presenza della tossina botulinica nel campione vagliato. Immediatamente è scattato il ritiro dei vasetti di cime di rapa ‘Gusto del Salento’, prodotti dall’azienda salentina ‘Società Coop. Agricola Natura A.r.l. Le vendite sono state bloccate. Chi fosse in possesso di tali prodotti deve assolutamente riportarli nel punto vendita dove erano stati acquistati. Fondamentale è non consumare tali cime di rapa. Il rischio botulismo è alto.

Il Dipartimento di Prevenzione della Asl di Lecce invita i consumatori a ‘non mangiare assolutamente il prodotto sottoposto a ritiro e riconsegnarlo presso il punto vendita’.

Il botulismo

Il botulismo è causato da una neurotossina generata dal batterio Clostridium  botulinum. Dove si trova tale batterio? Generalmente nelle feci degli animali e sul terreno. Se contamina gli alimenti può diventare veramente pericoloso. Il botulismo non è una vera e propria infezione ma un’intossicazione alimentare.

Forse non tutti sanno che la tossina botulinica è uno dei veleni più potenti mai conosciuti dall’uomo. Ne basta una minima quantità per uccidere una persona.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *