Cronaca

Cade in un dirupo per un’altalena rudimentale e muore

Una giornata di relax e divertimento si è trasformata in dramma a Villore (Firenze). La 22enne Sofia Salomoni si stava divertendo con gli amici, parlava del più e del meno, sorrideva e, a un certo punto, è finita in un dirupo. La causa della caduta è stata una corda legata al ramo di un albero. La vittima si era seduta su  una sorta di altalena rudimentale. Per la Salomoni, che avrebbe festeggiato il suo 22esimo compleanno tra un mese, non c’è stato nulla da fare. E’ morta sotto gli occhi degli amici.

Morta al Careggi

Sofia Salomoni è stata presa, dopo la caduta nella scarpata, dai vigili del fuoco, che l’hanno consegnata agli operatori sanitari. La ragazza non aveva perso i sensi. Dopo l’arrivo all’ospedale Careggi, però, è spirata. Le sue condizioni erano peggiorate.

L’incidente, secondo le prime indiscrezioni, è avvenuto nel cortile della casa di un’amica della vittima. Fatale, per gli investigatori, sarebbe stato quel dondolo elementare creato da Sofia e i suoi amici davanti al burrone.

I carabinieri hanno avviato le indagini per ricostruire l’esatta dinamica dell’episodio. Sofia era vigile quando è stata recuperata dai vigili del fuoco, poi il suo stato è peggiorato. I medici del Careggi le avevano diagnosticato qualche frattura ed ecchimosi.

Una festa di compleanno è diventata una catastrofe. Sofia è caduta nel dirupo davanti a decine di ragazzi che si stavano divertendo.

La corda si è rotta

E’ probabile che la corda si sia spezzata mentre la 22enne si dondolava. La Salomoni era molto conosciuta nel Mugello anche perché amava il teatro: aveva partecipato a numerose rappresentazioni teatrali.

Ora la salma della ragazza toscana si trova nell’istituto di medicina legale in attesa dell’esame post-mortem che dovrebbe disporre il gip.

I militari intanto stanno ascoltando tutti gli amici di Sofia. Sia l’altalena che l’area del bosco dove è avvenuta la tragedia sono state sequestrate.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.