Cronaca

Capo Scout Irretiva Minorenni su Fb e WhatsApp: Scoperto da Polizia Postale

Capo Scout Irretiva Minorenni per Incontri 'Intimi'Un insospettabile capo scout di Padova si divertiva ad irretire sul web minorenni che poi incontrava per consumare rapporti ‘intimi’

 

Sembrava un bravo ragazzo, invece era un orco. Lo studente universitario e capo scout, 24 anni, è stato arrestato dopo numerose indagini condotte dagli uomini della Polizia postale. Tutto è iniziato dalla denuncia dei genitori di un 12enne di Bologna, insospettivi dal fatto che il figlio chattava in continuazione col capo scout 24enne e un 48enne metalmeccanico, residente a Modena ma originario di Taranto.

Dopo innumerevoli indagini, gli uomini della Polizia postale hanno scoperto che il capo scout contattava ragazzini tra 11 e 15 anni mediante Facebook e WhatsApp e poi si accordava sul luogo dove consumare i rapporti. Gli agenti hanno arrestato lo studente universitario nella sua abitazione di Treviso, dove si era appena incontrato con un adolescente del posto.

Il 24enne, non appena ha visto gli agenti, ha rigettato ogni accusa. Il ragazzino con cui si era appena incontrato, invece, ha confessato che il capo scout l’aveva contattato per incontri ‘spinti’.

Il 48enne metalmeccanico, con precedenti relativi a reati simili, è stato denunciato. Gli uomini della Polizia postale hanno scoperto che il capo scout contattava i minorenni sui social usando i suoi nome e cognome; il 48enne, invece, aveva creato un profilo fittizio. Sia lo studente universitario che l’operaio agivano allo stesso modo: ogni giorno trascorrevano molte ore sui social coi ragazzini, cercando di mettersi d’accordo sugli incontri.

Secondo uno studio condotto nel 2003 dagli studiosi dell’Università del Lancashire, i pedofili agiscono solitamente allo stesso modo per irretire i minori sul web. Innanzitutto, gli orchi cercano di instaurare un rapporto di fiducia coi minori, tentando altresì di capire se sono monitorati da genitori o adulti. Nel caso in cui l’adulto maniaco, come il capo scout, è sicuro che il minore non è controllato dai genitori passa ‘all’attacco’ cercando di fissare un appuntamento con lui per consumare un rapporto ‘intimo’.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.