Cartello choc contro disabile: ‘Sei un povero handicappato’

By | 21 agosto 2017

Milano, cartello choc contro disabile al centro commercialeAveva parcheggiato la sua auto in un posto riservato ai disabili, presso un centro commerciale di Carugate, a Milano. Il gesto gli era costato una multa e, invece, di pentirsi della sconcia azione, un automobilista milanese aveva offeso il disabile con un cartello choc. La vicenda è balzata agli onori delle cronache grazie a una foto postata su Facebook da un avventore del centro commerciale alle porte di Milano, ritraente il cartello osceno apposto nel parcheggio commerciale dello shopping center. Ecco il testo agghiacciante: ‘A te handiccappato che ieri hai chiamato i vigili per non fare due metri in più vorrei dirti questo: a me 60 € non cambiano nulla ma tu rimani sempre un povero handiccappato… Sono contento che ti sia capitata questa disgrazia!!!’. Il post su Facebook pubblicato dall’utente Claudio Sala ha sollevato solo indignazione. Effettivamente,  parole oscene del genere non possono che suscitare rabbia e tristezza.

Automobilista inviperito per aver preso la multa

loading...

Nel mondo, purtroppo, ci sono persone così fredde e insensibili che, oltre a violare la legge, se la prendono con i più deboli. L’automobilista di Carugate non solo aveva posteggiato il suo veicolo in un posto riservato ai disabili, ma era stato anche così supponente da oltraggiare pesantemente il disabile che aveva chiamato i vigili. E’ assurdo e fa irritare non poco il fatto che qualcuno si infuria quando ha torto. Claudio Sala ha scritto di aver inviato la foto anche al centro commerciale. Il servizio di vigilanza sarebbe già al lavoro per risalire al soggetto che ha apposto il vergognoso cartello.

‘Il cartello non c’è più, stanno verificando le registrazioni e speriamo che lo trovino’, ha scritto Sala su Fb. Quel cartello, come ha osservato lo stesso Sala, denota la grande inciviltà dell’autore. Noi aggiungiamo che quella persona è probabilmente poco istruita, almeno a giudicare dagli errori ortografici. Che dire, questi fatti ci rattristano perché, ancora oggi, ci sono soggetti che con estrema leggerezza si scagliano contro i deboli, pur trovandosi dalla parte della pecca. Oltre ad aver infranto la legge, infatti, l’automobilista lombardo ha anche offeso il disabile. Come se la colpa della multa fosse di quest’ultimo.

Le offese invece delle scuse: automobilisti incivili e insensibili

Il post di Sala ha ottenuto molti commenti e condivisioni. Adesso bisogna scoprire l’autore incivile e freddo del cartello. L’assessore alla Sicurezza di Milano, Carmela Rozza, aveva dichiarato che nel capoluogo milanese capita spesso che i posti riservati ai disabili vengano occupati da automobilisti in salute. Quello che più rincresce in questi casi, secondo la Rozza, è che i guidatori indisciplinati non si scusano quasi mai con i meno fortunati a cui hanno ‘rubato’ i posti ad essi riservati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *