Cronaca

Caso Ragusa Riaperto, Annullato Il Proscioglimento di Antonio Logli, ecco le motivazioni della Cassazione

Antonio-LogliSul vergognoso caso del proscioglimento prima del processo di Antonio Logli ci ha pensato la Cassazione che ha annullato la decisione, indicendo un nuovo processo per il marito della donna, di nuovo accusato di omicidio volontario e distruzione di cadavere. Roberta Ragusa è scomparsa nel gennaio del 2012. In una fredda notte d’inverno non vi fu più traccia di lei in Via Di Gello ed il gelo cadde su questa storia controversa. Gelo espresso perfettamente da Antonio Logli, nei comportamenti postumi e non collaborativi ai fini delle indagini. Per le cugine di Roberta Ragusa non vi è alcun dubbio: è stato Logli ad uccidere e far scomparire la moglie, stufo della relazione coniugale e desideroso di vivere con la nuova compagna, l’amante Sara Calzolaio. Fatto sta che, poco dopo, Logli ha portato la donna a vivere in pianta stabile a casa propria. Non si avvalora più, dunque, la sua ipotesi iniziale secondo la quale Roberta si sarebbe allontanata spontaneamente. Gli atteggiamenti del Logli fanno presupporre che lui sappia che non tornerà mai a casa.

Il ricorso al proscioglimento venne presentato dai familiari della donna, dalla Procura di Firenze e Pisa e dall’Associazione Penelope Italia, una no-profit che tutela le persone scomparse misteriosamente.

Il corpo di Roberta Ragusa non è mai stato ritrovato e questo potrebbe essere un punto a favore per la difesa di Antonio Logli, ma la Cassazione ha probabilmente considerato tutti quegli elementi indiziari che lo collocano sulla scena del crimine proprio la notte della misteriosa scomparsa della donna, mite madre di famiglia. A contestare le dichiarazioni incoerenti di Logli ben quattro testimonianze, di cui la più importante quella di Loris Gozi che ha notato un litigio all’1 di notte in una Via vicina all’abitazione dei coniugi e ha visto caricare forzatamente una donna dentro una c3 azzurra (proprio l’auto di Roberta). Altri 3 testimoni confermeranno la versione ed uno l’avvalorerà parlando di “grida”. Strano anche il comportamento successivo di Logli che, proprio il giorno successivo, va a bussare a casa di Gozi per comprovare se egli abbia visto o meno qualcosa e chiede all’amante di gettare il cellulare, successivamente ritrovato. Tra Logli e l’amante, proprio quella notte, erano intercorse numerose telefonate. Logli, inoltre, nei giorni successivi si reca al cimitero di Orzignano. Per quale ragione?

Nemmeno l’omicidio perfetto può restare impunito e la freddezza ed indifferenza di Logli nei confronti della vicenda della moglie meritano il giusto approfondimento ad un processo. Cosa è accaduto a Roberta Ragusa quella fredda notte d’inverno del 2012? 

 

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.