Cronaca

Centurioni Colosseo fuorilegge: Consiglio di Stato dà ragione alla Raggi

Centurioni Banditi al Colosseo, Consiglio di Stato con RaggiI centurioni che si fanno ritrarre davanti al Colosseo, o meglio i tanti figuranti che cercano di sbarcare il lunario davanti all’Anfiteatro Flavio, a Roma, sono stati gelati anche dal Consiglio di Stato, che ha sostanzialmente confermato quanto statuito, mesi fa, dal Tar del Lazio. I magistrati amministrativi di secondo grado hanno così respinto il ricorso presentato da diversi figuranti contro l’ordinanza emessa dal sindaco Virginia Raggi, ovvero quella che vieta ‘qualsiasi attività che prevede la disponibilità di essere ritratto come soggetto di abbigliamento storico, in fotografie o filmati, dietro corrispettivo in denaro’. Il Tar del Lazio aveva, con una sentenza, suffragato l’ordinanza capitolina in quanto provvedimento molto utile a tutelare il decoro di vie, monumenti e piazze della ‘città eterna’. Il Consiglio di Stato, adesso, reputa ‘insussistenti’ le ragioni del ricorso proposto dai centurioni. In soldoni, per i giudici sono prevalenti le ragioni del Campidoglio rispetto a quelle addotte dai figuranti. La necessità di tutelare il decoro e il patrimonio storico di Roma supera ogni altra ragione per i magistrati del Consiglio di Stato. I centurioni, dunque, devono mettersi l’animo in pace.

Virginia Raggi gongola: il post su Facebook

La sindaca di Roma, Virginia Raggi, gioisce per la decisione del Consiglio di Stato, che dà quindi ragione all’amministrazione capitolina. L’esponente grillina ha manifestato il suo entusiasmo con un lungo post su Facebook: ‘Mettiamo la parola fine al fenomeno dei finti centurioni presenti davanti ai monumenti di Roma. Il Consiglio di Stato ha confermato la sentenza del Tar e ha respinto il ricorso contro la nostra ordinanza. Avevamo ragione. Bisognava porre fine a questa pratica che ha costituito per anni un oltraggio al decoro e un danno di immagine per la nostra città. Siamo felici che il supremo giudice amministrativo abbia stabilito la prevalenza delle esigenze di tutela dei nostri monumenti: è un riconoscimento del diritto di tutti a godere delle bellezze che solo Roma sa offrire senza essere costantemente infastiditi. L’amministrazione continuerà a vigilare sul rispetto delle regole contenute nell’ordinanza: non saranno più tollerati in alcun modo episodi che, in passato, hanno visto cittadini e turisti importunati da improprie richieste di denaro e da atteggiamenti molesti o aggressivi. Oggi viene definitivamente ristabilita la legalità’.

Multe di 400 euro per i centurioni

Il provvedimento anti centurioni varato dalla sindaca Raggi è in vigore fino al 31 ottobre 2017, poi si vedrà. Visto l’endorsement del Consiglio di Stato, il Campidoglio continuerà a vietare ai centurioni di stazionare davanti al Colosseo e nelle zone prossime al centro storico di Roma. L’obiettivo principale è garantire il decoro e la sicurezza della città, che l’attività dei figuranti comprometterebbe. L’ordinanza targata Raggi prevede una multa di 400 euro per tutti quelli che non rispetteranno la nuova disciplina normativa.

La Raggi ha dunque messo la parola fine all’atavico scontro tra centurioni davanti al Colosseo e il Campidoglio. Niente più comparsate e foto con i turisti, altrimenti multe. La sindaca pentastellata, poco dopo essersi insediata in Campidoglio, aveva subito voluto gestire la faccenda centurioni nel centro storico. Essendo la rappresentante della comunità locale, la Raggi aveva subito pensato all’ordinanza anti centurioni, anche perché molti di essi, in passato, erano stati aggressivi nei confronti dei turisti.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.