Curiosità

Che cos’è un sarcoma osseo, il male che ha ucciso Sergio Marchionne

Sergio Marchionne è morto di malattia  il 25 luglio all’età di 66 anni, ma aleggia ancora il mistero sulla sua scomparsa, tanto che qualcuno ipotizza che l’ex ad di FCA sia mancato per un brutto male  che l’avrebbe ucciso, un sarcoma osseo.

Sergio Marchionne morto per sarcoma osseo?

Ieri mattina, mercoledì 25 luglio 2018, l’Italia è stata scossa da una notizia che nessuno voleva sentire: Sergio Marchionne non ce l’ha fatta. Manager e amministratore delegato di Fiat Chrysler Automobiles, è morto dopo un’agonia in ospedale che ha tenuto tutti i suoi colleghi e i suoi familiari col fiato sospeso per diversi giorni. Marchionne era ricoverato da circa un mese nella clinica Universitätsspital di Zurigo, in Svizzera, per subire un delicato intervento chirurgico alla spalla destra. Nel corso dell’intervento sarebbe stato colpito da embolia cerebrale, per poi precipitare in coma profondo, poi irreversibile.

Le precarie condizioni di salute hanno costretto le famiglie Agnelli ed Elkann a convocare urgentemente  il Consiglio di Amministrazione e trovare un sostituto per tutte le posizioni ricoperte da Marchionne, da amministratore delegato a presidente della Ferrari. Per giorni interi non è sfuggito nulla, neanche un sussurro sulle condizioni reali di salute di Marchionne. Il riserbo tenuto dal personale della  clinica svizzera in cui è stato ricoverato e dove è spirato ha fatto sì che si alimentassero le chiacchiere sul reale male che ha colpito il manager.

Sarcoma osseo, che cos’è

Come si chiama la malattia che ha posto la parola fine alla vita di Sergio Marchionne? La risposta potrebbe essere sarcoma osseo alla spalla. Infatti, il manager aveva programmato un intervento alla spalla . Questa condizione porta a forti dolori che neanche una cura di cortisone può far passare. Gli esami non hanno dato altro esito. Insomma, Marchionne sarebbe morto per un sarcoma osseo in aggiunta a un tumore alla pleura, a causa dell’elevato consumo di sigarette.

Il sarcoma è un cancro maligno che si origina dai tessuti molli e dall’apparato osteoarticolare. Esso ha la tendenza a svilupparsi  molto rapidamente e le metastasi si riscontrano per via ematica, nei polmoni, nel fegato e nelle ossa, non lasciando scampo. Ora non si deve avere paura di questa malattia. Si tratta di un tumore molto raro che colpisce mediamente 15mila persone ogni anno negli USA, mentre sono 2 su 100mila i malati che vengono colti da sarcoma dei tessuti molli.

Le tempistiche sono molto importanti, in quanto se la diagnosi viene fatta in tempo, le possibilità di sopravvivenza si calcolano intorno al 90%, mentre se già in fase di metastasi, si scende al 15% di probabilità di farcela.

Prevenzione sarcoma osseo

Non esiste una cura o una sorta di prevenzione dalla formazione di questi tumori maligni rari. L’unica arma a disposizione è effettuare un’analisi genetica.

La cura è l’asportazione: Sergio Marchionne avrebbe acconsentito all’intervento, ma  le condizioni sono apparse molto critiche appena subito dopo. Inoltre, sarebbe sopraggiunta una embolia che ha portato a un tentativo di rianimazione che non è andato a buon fine e ha lasciato l’illustre malato dapprima in coma profondo, in seguito a un coma irreversibile e poi alla morte.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.