Cronaca

Chiude figli in auto per punizione: uccisi dal caldo

Usa, punisce figli chiudendoli in auto: morti soffocatiHa voluto punire i figli, chiudendoli in auto ma il gesto le costerà molti anni di carcere. Un episodio agghiacciante quello avvenuto negli Usa lo scorso mese. La BBC ha riferito che una mamma texana, furiosa, aveva voluto dare una lezione esemplare ai figli, chiudendoli nella sua macchina. Il grande caldo, però, non ha lasciato scampo ai piccoli: una aveva 2 anni; l’altro 16 mesi. Il fatto è accaduto vicino al lago Weatherford, a qualche chilometro da Forth Worth. La Polizia ha rivelato che quei due bambini erano stati chiusi in auto quando la temperatura era di 35,5 °C. L’abitacolo era praticamente un forno. I piccoli sono morti soffocati.

Cynthia Marie aveva fumato marijuana

Cynthia Marie Randolph, una 24enne del Texas, è certamente una mamma crudele. Non ci sono altre parole per definirla. La sua disumanità ha superato ogni limite. La donna non ha pensato minimamente che lasciare i figlioletti in auto, quando la temperatura esterna superava i 35°C, avrebbe significato ‘consegnarli’ alla morte. Questa, spietata e con la sua falce, è arrivata puntualmente. Il gran caldo ha stroncato i piccoli  Juliet e Cavanaugh. Inizialmente la donna aveva raccontato di aver rotto il vetro dell’auto dopo essersi accorta che i figlioletti si erano chiusi nella macchina. Aveva mentito. La verità è venuta a galla successivamente. La Randolph aveva voluto dare una lezione a Juliet, la primogenita, che era entrata nell’auto senza il suo permesso col fratellino. La piccola si era rifiutata di uscire e, allora, la madre le aveva voluto dare una lezione, chiudendola a chiave nel veicolo. Era mezzogiorno e faceva caldo. La donna era entrata in casa, aveva fumato un po’ di marijuana e poi si era addormentata. Dopo un paio d’ore Cynthia Marie è uscita e si è accorta dei figli in macchina. Erano già morti. La donna ha poi tentato di simulare l’incidente tragico rompendo un finestrino.

Morti tanti bimbi in auto per il caldo

La 24enne texana è in attesa di giudizio. Dovrà attendersi una pena pesante per quello che è stata capace di fare. I piccoli Juliet e Cavanaugh, prima di morire, hanno certamente sofferto molto. La temperatura, nell’abitacolo, aveva raggiunto livelli impressionanti, tali da stroncare anche un adulto, figuriamoci due bimbi di 2 anni e 16 mesi. Randolph avrebbe detto alla Polizia che, quando Juliet si rifiutò di uscire dall’auto, chiude l’auto per punirla in modo esemplare. Un gesto aberrante e altamente deleterio.

Il meteorologo Jan Null ha detto che negli ultimi 20 anni sono morti negli abitacoli delle auto oltre 700 bimbi. Tali luoghi, quando fa caldo, diventano dei veri ‘forni crematori’, in grado di uccidere in poco tempo. Morti che, secondo Null, potevano essere evitate. Nella maggior parte dei casi alla base delle tragedie c’è la disattenzione dei genitori o di quelli che ne fanno le veci. Il National Safety Council ha affermato che a tutti può capitare di dimenticare un bimbo in auto, quindi non bisogna biasimare i protagonisti di funesti e drammatici episodi. Gli esperti consigliano di mettere vicino ai seggiolini, in auto, cose importanti come borse, portafogli e smartphone, in modo da non dimenticare i bimbi. Un metodo che rappresenta un valido promemoria per salvare la vita dei piccoli.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.