Animali

Cobra nelle valigie: curiosa scoperta all’aeroporto di Torino

Torino, cobra nascosti nelle valigieAveva nascosto due cobra nelle valigie ma è stato scoperto in occasione dei controlli all’aeroporto di Torino-Caselle. I rettili si trovavano in due barattoli contenenti del liquido di conservazione. La scoperta è stata fatta da alcuni finanzieri in occasione dei doverosi controlli prima dell’imbarco. Secondo le ultime informazioni, i due cobra sono compresi nell’elenco delle specie protette, secondo la Convenzione di Washington.  Il proprietario delle valigie, un albanese 30enne, si stava recando a Londra ma non ha saputo spiegare la ragione per cui aveva nascosto quei serpenti.

I cobra sono stati sequestrati

Bel colpo dei militari della Guardia di finanza di Caselle, coordinati dal capitano Fabio Stellino. Un albanese stava per portare due preziosi cobra a Londra, ma è stato bloccato. I rettili sono stati sequestrati. Secondo le ultime informazioni, gli animali erano immersi nel liquido di conservazione. L’albanese non ha saputo dire nulla alle forze dell’ordine ma una cosa è certa: ora rischia una multa fino a 15.000 euro. Non è la prima volta che vengono scoperti in aeroporti animali appartenenti alla lista delle specie protette, come serpenti e rettili. L’anno scorso, ad esempio, all’aeroporto del Cairo, in Egitto, vennero scoperti e sequestrati 60 cobra. Gli addetti ai controlli si erano insospettiti durante il monitoraggio dei bagagli con lo scanner a raggi X. C’era troppo movimento in quelle valigie. I 60 cobra erano stati inseriti in 6 sacchetti e riposti in 2 contenitori. Per ridurre al minimo il movimento dei rettili, attorno ai sacchetti era stato collocato molto ghiaccio. Le bocche dei cobra, inoltre, erano state cucite con fili chirurgici.

Il contrabbando di cobra

Il contrabbando di cobra ed altri rettili, purtroppo, è molto praticato. Certe specie, come il cobra egiziano, sono molto pregiate e vendute al mercato illegale. Nel mercato nero finiscono spesso anche animali molto velenosi, come la Marbled Cone Snail (una particolare tipologia di lumaca marina) e, appunto, il cobra. Forse non tutti sanno che il cobra reale è il serpente più pericoloso, in quanto il suo morso può uccidere in pochi secondi anche un elefante adulto. La lunghezza di tale rettile può raggiungere i sei metri. Fortunatamente, serpenti del genere non vivono in Italia ma in India e in altri Paesi sono molto conosciuti. L’anno scorso fece il giro del mondo il video che ritraeva un cobra reale assetato che beveva da una bottiglia. In estate, in India, fa molto caldo ed anche i serpenti si spingono nei centri urbani per trovare refrigerio. Nonostante la sua grande pericolosità, alcuni abitanti del villaggio indiano aiutarono il grosso rettile a bere dalla bottiglia. L’animale venne poi affidato ai volontari di un’associazione animalista.

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.