Cronaca

Curare il razzismo con l’ossitocina, ormone dell’amore per l’accoglienza

Ossitocina ormone per annullare la xenofobia: ricerca tedescaIl razzismo si può curare? Sì, almeno stando a un recente studio condotto in Germania. Se una persona viene, in un certo senso, stimolata ad accogliere stranieri e migranti ed assume ossitocina non sarà più xenofoba. L’ormone dell’amore, secondo gli studiosi tedeschi rende la gente più generosa e accogliente. Era stato notato che, dopo la somministrazione di tale ormone, i volontari erano più propensi ai rifugiati. Una maggiore prodigalità era stata accertata anche in quelli più scettici nei confronti dei rifugiati. Cosa insomma hanno scoperto gli esperti dell’Università di Bonn? Che c’è un rimedio per accogliere i migranti ed essere più propensi a vivere con loro. Il coordinatore dello studio, Rene Hurlemann, ha spiegato: ‘Il miglioramento combinato dell’ossitocina e dello stimolo potrebbe far calare i motivi egoisti. Date le circostanze giuste, l’ossitocina può aiutare a promuovere l’accettazione e l’integrazione degli immigrati nelle culture occidentali’.

Se una persona non è altruista c’è poco da fare

Basta un po’ di ossitocina e qualche seduta mirata all’accettazione dei migranti e il razzismo va via, almeno secondo lo studio tedesco. Dopo aver condotto diversi esperimenti, gli esperti tedeschi si erano resi conti che, dopo la somministrazione dell’ossitocina, i volontari erano più propensi a donare denaro sia ai rifugiati che ai tedeschi più poveri. Il team di ricerca ha comunque precisato che l’ossitocina non si era mostrata efficacia nei soggetti più scettici e poco propensi all’accoglienza dei migranti. Il professor Hurlemann ha detto: ‘L’ossitocina aumenta il tasso di generosità nei confronti dei bisognosi, ma se una persona non è altruista, anche poco, l’effetto dell’ormone dell’amore è nullo’.

La dottoressa Marsh ha dichiarato che, al di là degli importanti effetti dell’ossitocina, lo studio ha permesso di scoprire che, se in una società venissero maggiormente promossi modelli di altruismo, le persone, anche quelle razziste, potrebbero essere stimolate ad aiutare il prossimo e i migranti. Il comportamento positivo degli altri, insomma, è fondamentale e va ‘sventolato’.

Ossitocina importante per affrontare le crisi

Da una sperimentazione condotta nei mesi scorsi è emerso che l’ossitocina è un ormone determinante quando bisogna affrontare le crisi. L’organismo tende a rilasciare l’ormone dell’amore quando la persona è in pericolo, o meglio una relazione è a rischio, favorendo il ricongiungimento col partner. Un gruppo di studiosi norvegesi ha studiato gli effetti di tale ormone su una serie di soggetti in crisi coi loro partner. L’ossitocina è dunque un ormone fondamentale per evitare crisi coniugali e contrastare la xenofobia.

Chissà se i Governi, in futuro, useranno l’ormone dell’amore per favorire l’accoglimento ‘spregiudicato’ dei migranti?

Join The Discussion

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.